Un’impresa, su uno dei due campi dell’attuale Serie A (l’altro è Varese) dove la Vanoli non ha mai vinto nella propria storia. Questo servirà ad Avellino ai biancoblu per cancellare lo stop casalingo con Brescia e ridare valore, nella volata salvezza, alla vittoria ottenuta all’Adriatic Arena a Pesaro.

COME STA CREMONA – Dall’entusiasmante vittoria a Pesaro al bruciante k.o. casalingo con Brescia: nel giro di 7 giorni la Vanoli ha lasciato e poi ritrovato l’ultimo posto, complice il colpaccio della Vuelle a Brindisi. Partita questa mattina per Avellino dopo il ritiro in hotel, la squadra di Lepore è al completo, con TaShawn Thomas e Matt Carlino allenatisi regolarmente dopo gli acciacchi dei giorni precedenti.

COME STA AVELLINO – Dopo aver vinto 11 partite su 15 nel girone d’andata, la Sidigas (terza forza del campionato) nel girone di ritorno ha un record di 5-6 nonostante l’inserimento di un pezzo da novanta come David Logan (17 punti di media nelle ultime 7 gare). Recuperati Marco Cusin e Joe Ragland, la Scandone ha perso Kyrylo Fesenko: un problema al collaterale del ginocchio sinistro lo terrà fermo almeno altri 20 giorni.

CURIOSITA’ – Ex della partita Marco Cusin, alla Vanoli in due passaggi diversi della sua carriera (2007-2010 e 2014-2016), e Paul Biligha, in maglia Sidigas dal 2012 al 2014. Darius Johnson-Odom è a -5 tiri da 3 realizzati dai 100 in Serie A… Jakub Wojciechowski è a -1 punto dai 300 in Serie A.

Ufficio stampa
Vanoli Basket