Vittoria di Urania nella sfida casalinga contro Vanoli Cremona. L’avvio è un susseguirsi di errori da ambo le parti. Cremona prende fiducia e si fa apprezzare per l’ottima attitudine nello stare in campo. Granato apre le segnature ma è un ispirato Valsecchi (con 7 punti a fila) a tracciare la via per Milano. Cavallero e Faccini hanno spunti vincenti al via dei secondi dieci minuti. Per Cremona sono Biondi e Ferrari a dare luce alla manovra ospite con giocate di qualità. Urania recupera qualche pallone nella pressione tutto campo e così guadagna anche tanto nell’inerzia della partita: 33-24. Il rientro in campo dopo la pausa fa migliorare il gioco su entrambi i fronti. Le triple di Cremona sugli aiuti nel pitturato dei padroni di casa sono il più bel segnale ospite. La Vanoli prende fiducia e inizia a crederci. La gara per un attimo rimane senza un vero padrone e così si arriva alla terza sirena sul 49-43. Cremona sale di tono ancora e lo sbandamento dei padroni di casa per un attimo fa vacillare tutto quanto con gli ospiti sotto solo di 4 lunghezze e in rimonta. Cavallero anticipa bene e vola in contropiede depositando al ferro e la tripla di Faccini (dopo la persa cremonese) a meno 4’ dalla fine regala tanta inerzia e fiducia a Milano che può respirare. Il tempo di vedere l’ultima tripla di serata di Cremona che non molla ma anche qualche altra bella giocata di Cavallero e Granato fissa il “più 13” finale.

URANIA MILANO 67
VANOLI YOUNG 54
Urania:
 Valsecchi 13, Granato 17, Di Costanzo 2, Gaboli, Lazzarone, Cavallero 16, Cantù 2, Faccini 9, Strozzi 5, Brizzola, Cafeo, Ciccarelli 3. All. Schiavi.
Vanoli Young: Martini, Boselli, Zanotti 3, Sgarzi, Scaravonati 14, Vezzoli, Biondi 16, Duchi 2, Marchetti, Silva 3, Ferrari 9, Galli. All. Mangone.
Arbitri: Chersicla e Serra.
Parziali: 17-13; 33-24; 49-43.