La Vanoli Cremona non sfata il tabù del PalaDelMauro e torna sconfitta da Avellino 85-78. Non è bastato un buon atteggiamento da parte di tutta la squadra per venire a capo della maggior qualità degli irpini. Dopo una prima parte di partita equilibrata la Vanoli è stata infatti capace nel terzo quarto di ricucire uno primo strappo in doppia cifra dei padroni di casa (dal 49-37 al 54-51 con palla in mano e tiro sbagliato di Turner) ma è stato Logan a far male ai biancoblu e a riportare la Sidigas avanti all’inizio dell’ultimo parziale. La stessa situazione si è ripetuta nel quarto periodo e anche questa volta al recupero Vanoli (dal 79-67 al 79-76) è seguita la reazione avellinese con cinque liberi di Logan che hanno chiuso l’incontro.

I PROTAGONISTI – Per Cremona ci sono 21 punti di Johnson-Odom con 3/7 da due e 5/7 da tre, 7 falli subiti e 4 assist oltre ai 14 punti e 13 rimbalzi di Harris. Per Avellino Logan ne mette 25 con 8 falli subiti e 5 assist ed è ben supportato da Thomas con 19 punti.

IL DATO – Avellino tira 37 volte da 3 punti mettendo a segno 14 triple e mette a referto ben 22 assist sfruttando tutte le qualità del trio Green, Ragland e Logan. La Vanoli risponde con 10 canestri da oltre l’arco ma soprattutto alzando il numero delle conclusioni da due punti (21/43). 20 i falli fischiati a Cremona contro i 13 degli irpini, con Avellino che va in lunetta 18 volte (15 a segno) contro le sole 7 della Vanoli (6 a segno).

IL MOMENTO CHIAVE – Nel terzo periodo sono le due triple di Logan che non permettono alla Vanoli di concretizzare il recupero. Nell’ultimo parziale è ancora la freddezza dalla lunetta (5/6) della guardia americana di Avellino a chiudere l’incontro sull’ultimo tentativo di rientro biancoblu.

Ufficio Stampa
Vanoli Basket