Vincere laddove non c’è mai riuscita: Masnago è infatti uno dei due campi ancora mai espugnati dalla Vanoli in Serie A (l’altro è Avellino). Prima di guardare al risultato di Pesaro-Milano, la Vanoli non ha altre opzioni che fare il proprio dovere se vuole continuare la propria rincorsa salvezza nei confronti della Consultinvest.

COME STA CREMONA – La vittoria con Cantù e quella di Caserta con Brindisi hanno ridato speranze ed entusiasmo ai biancoblu, dimezzando il gap da Pesaro, ora distante una sola vittoria. La squadra di Lepore, reduce da una settimana di allenamenti al completo (con il solo Thomas fermo martedì come nelle due settimane precedenti), cerca la quarta vittoria esterna della propria stagione per restare viva.

COME STA VARESE – Dopo aver guadagnato la salvezza, il k.o. di sette giorni fa contro Venezia ha escluso Varese dalla lotta playoff. Senza un obiettivo specifico e senza più Daniele Cavaliero (sceso in A2 a Trieste per giocare i playoff con la squadra della sua città), la squadra di Caja vuole comunque onorare al meglio l’ultimo scorcio di stagione e in casa vanta una striscia aperta di 4 successi.

CURIOSITA’ – Tre gli ex della partita: uno in campo, Fabio Mian (a Varese nelle stagioni 2009/2010 e 2010/2011), uno in panchina, Attilio Caja (alla guida della Vanoli nel 2009/2010, 2011/2012 e 2012/2013) e uno dietro la scrivania, Andrea Conti, cresciuto nel settore giovanile varesino fino ad arrivare in prima squadra, che incrocerà il fratello Paolo, assistente di Caja. C’è anche Luca Campani, a Cremona nel 2014/2015, che ha chiuso anzitempo la stagione per infortunio.

Ufficio stampa
Vanoli Basket