Seconda trasferta consecutiva per la Vanoli che, dopo Roma, torna con una sconfitta anche da Reggio Emilia. Ad imporsi sono infatti i padroni di casa della Grissin Bon con il punteggio di 85-71, trascinati dalla grande partita dell’ex biancoblu Darius Johnson-Odom autore di 27 punti.

LA CRONACA – Coach Meo Sacchetti parte con Akele e Stojanovic in quintetto e inizialmente ha buone risposte da Sobin nel pitturato. Quattro dei primi sei punti Vanoli sono suoi. Si accende Johnson-Odom per Reggio ma sono Mekel e Fontecchio che rispondono ai canestri biancoblu firmati ancora da Sobin e da Stojanovic. Owens e Upshaw portano l’inerzia dalla parte della Grissin Bon per il 17-11 interno. La Vanoli si riavvicina con Tiby (19-17) ma il finale è dei padroni di casa che chiudono alla prima sirena sul 23-17. Nel secondo quarto il 5-0 di Cremona in avvio riporta sotto la Vanoli (23-22). I biancoblu restano a un possesso di distanza sino al 19′ quando Reggio trova i 5 punti di Upshaw che le danno il 37-30. Il 2+1 di Owens regala poi la doppia cifra di vantaggio alla Grissin Bon (40-30). Un canestro di Akele e un contropiede di Saunders su rubata di De Vico fermano l’inerzia e mandano le squadre al riposo sul 40-34. Il terzo parziale è quello che di fatto decide l’incontro. Cremona arriva al meno 2 (44-42) con i cinque punti in fila di Mathews ma Reggio risponde con un contro parziale di 11-0 con le triple di Johnson-Odom e Upshaw (2) riportandosi avanti 55-42. Cremona si riavvicina al massimo al meno 9 (65-56) ma una tripla di Mekel e un canestro di Vojvoda chiudono il terzo periodo sul 70-56. L’ultimo quarto vede le due squadre sbagliare molto ma Cremona non sa approfittare fino in fondo delle opportunità concesse da Reggio per riavvicinarsi. E’ ancora -9 al 37′ con il canestro di Saunders (77-68) ma poi la tripla di Poeta e i canestri di Johnson-Odom mandano i titoli di coda. Vince la Grissin Bon 85-71.

MVP – Darius Johnson-Odom punisce la sua ex squadra con una prestazione da 27 punti, 10 rimbalzi e 5 falli subiti in 33 minuti per 25 di valutazione finale.

I PROTAGONISTI – Per Cremona c’è Wes Saunders che ne mette 10 con 7 rimbalzi, 7 assist, 7 falli subiti per 22 di valutazione. Oltre al numero 1 biancoblu vanno in doppia cifra anche Mathews con 14 e Tiby con 13. 9 punti e 8 rimbalzi per Stojanovic, 8 e 7 per Sobin. Reggio Emilia ha 15 punti da Upshaw, 12 da Fontecchio, 11 da Owens e 9 a testa da Mekel e Poeta.

IL DATO – Le due squadre pareggiano a rimbalzo (39-39) con Cremona che ne prende 16 offensivi alzando il numero dei suoi possessi, ma Reggio, pur tirando meno di Cremona (76-61), è migliore nelle percentuali in tutte le zone del campo. Da due 64,9% (24/37) contro il 50% di Cremona (23/46), da tre 37,5% (9/24) contro il 20% (6/30) della Vanoli. E anche a gioco fermo Reggio si dimostra più precisa di Cremona tirando i liberi con il 76,9% (10/13) contro il 43,8 (7/16) dei biancoblu.

IL MOMENTO CHIAVE – Il terzo quarto è quello che indirizza e decide la partita. Cremona trova il meno due sul 44-42 ma il parziale di 11-0, targato Fontecchio, Johnson-Odom e Upshaw, in poco più di un minuto di gioco riporta la Vanoli sotto di 13. I biancoblu, da lì alla fine, trovano un paio di volte il meno 9 ma oltre quella soglia non riescono ad andare.