Una Vanoli concentrata e attenta per quaranta minuti vince meritatamente contro la corazzata A|X Armani Exchange Milano con il punteggio di 82-78 e torna alla vittoria dopo le due sconfitte rimediate lontano dal PalaRadi. Coach Sacchetti, in conferenza prima della partita, aveva chiesto ai suoi il giusto atteggiamento per affrontare i migliori ed è stato accontentato. Stasera tutti infatti hanno portato il mattoncino necessario per raggiungere il risultato finale.

LA CRONACA – La partita è equilibrata sin dalle prime battute quando al 4-0 cremonese risponde subito un gioco da quattro punti di Micov. Solo verso il termine del periodo l’equilibrio si interrompe grazie al 2+1 di Burns che regala il 13-20 esterno. Il quarto si chiude 18-24, massimo vantaggio Olimpia. Alla ripresa de gioco Cremona con grande intensità rientra a meno due (23-24) ma Milano si sblocca con la tripla di Micov. Si segna poco e gli ospiti riescono a mantenersi avanti di un paio di possessi. Una tripla e una schiacciata di De Vico riavvicinano Cremona (31-32) e il sorpasso è cosa fatta con i due liberi di Mathews (36-35). La Vanoli va così negli spogliatoi in vantaggio 40-37 grazie al layup di Sobin. Al rientro è subito Mathews da tre ma Milano risponde portandosi a un solo punto di distanza con una penetrazione di Rodriguez (43-42). Sobin riallunga ma l’Olimpia si riporta avanti con la tripla di Micov. Subito risponde da tre De Vico e al nuovo pareggio di Della Valle seguono la tripla di Diener e il canestro di Mathews per il 53-48. Cremona si mantiene avanti e raggiunge il massimo vantaggio con il canestro di Saunders (59-50). A fine quarto è ancora +9 con il canestro di Mathews per il 63-54. L’ultimo periodo vede Milano mettere in campo tutte le energie necessarie per ricucire lo strappo. La rimonta riesce a cinque dal termine con il canestro di Roll (65-67). L’inerzia sembra a questo punto nelle mani dell’A|X ma la Vanoli risponde con un contro parziale di 12-0 firmato da Palmi, Stojanovic e soprattutto dai sette punti in fila di uno straordinario Saunders. A due e trenta dal termine è 77-67 per Cremona che a meno di due minuti tocca il +11 con la tripla di De Vico (80-69). Milano ha un’ultima reazione di orgoglio grazie a Rodriguez e si riavvicina pericolosamente anche per colpa di un paio di ingenuità dei biancoblu. Ma i nervi di Cremona sono saldi, la mano di Mathews dalla lunetta anche e la partita si chiude con la meritata vittoria della Vanoli con il punteggio di 82-78.

MVP – Wes Saunders è di nuovo grande protagonista al PalaRadi. 19 punti, 5 rimbalzi, 6 assist, 2 recuperi e 5 falli subiti in 33 minuti per 25 di valutazione finale, ma soprattutto i canestri decisivi nel momento decisivo. Sono suoi infatti i 7 punti in fila che spaccano definitivamente la partita a favore di Cremona.

I PROTAGONISTI – Per Cremona la prestazione è di squadra. Altri quattro uomini vanno infatti in doppia cifra per i biancoblu che trovano i 15 punti di Mathews, gli 11 di Palmi con 3/3 da oltre l’arco, l’ottima prova da 13 punti di De Vico e la doppia doppia da 10 +10 di Josip Sobin. Milano ha un grande Micov da 26 punti in 28 minuti con 8 falli subiti e 3 assist, Rodriguez ne mette 12 e Della Valle 10.

IL DATO – Cremona vince a rimbalzo (36-33) confermandosi brillante sotto il canestro avversario (13 rimbalzi offensivi). Le percentuali da tre punti premiano la Vanoli che tira con il 35.5% (11/31) contro il 22.7 (5/22) di Milano che è però più precisa da sotto (63% contro 54.5%). Anche ai liberi Cremona produce una prestazione migliore delle precedenti segnando 13 dei suoi 15 tentativi. Milano va ben 34 volte in lunetta segnandone 29.

IL MOMENTO CHIAVE – A cinque dalla fine Milano opera il sorpasso (65-67). Cremona risponde con un parziale di 12-0. E’ Wes Saunders che si prende la scena con una tripla, un canestro più fallo e un’entrata in acrobazia che porta Cremona sul 77-67. E’ il momento chiave che regala alla Vanoli il vantaggio decisivo, non più ricucito dagli avversari, e la vittoria.