CREMONA: Pagliari 4, Pedretti, Calderone 5, Brusinelli 9, Capelli, Morello 1, Orlandelli 3, Mattarozzi 4, Frisullo 7, Lazzari 2, Maresca 15, Boccasavia 26 All. Manini

URANIA: Sedazzari, Mureddu, Celora 2, Bernasco 15, Pupella, Gesses 4, Lania 7, Spinetto 5, Menezes 43, Muzzin All. Schiavi

Parziali: 21 – 14; 38 – 25; 52 – 43. Arbitri: Basso Ricci e Cantoni

CREMONA – Continua l’imbattibilità interna della Vanoli under 17, che in questa sesta giornata del campionato Elite riceve sul parquet del PalaRadi i milanesi dell’Urania. La partenza e tutti i primi 20′ di gioco sono nettamente di segno cremonese, con i giochi di attacco che mettono in ritmo tutti i giocatori e la difesa che porta energie e contropiedi facili. L’Urania riesce a rimanere in partita grazie all’estro di Menezes e ad alcuni “regali” dei biancoblu, che non sempre riescono a concretizzare in attacco il buon lavoro fatto in difesa; il gap a metà gara è comunque già netto, con il punteggio sul 38 – 25 Vanoli. La seconda parte di gara vede una Vanoli ancora intensa, ma molto meno lucida, soprattutto dal punto di vista difensivo: i milanesi riprendono coraggio anche grazie a percentuali in miglioramento dalla lunga distanza, ed all’ultimo intervallo il distacco è ridotto a sole 9 lunghezze. Nel quarto periodo gli ospiti ci provano, ma la Vanoli è brava a non andare nel panico ed a ritrovare gli equilibri del primo tempo: il dominio in area di Boccasavia e la freddezza di tutti i cremonesi dalla lunetta consegnano la quarta vittoria stagionale alla formazione di coach Manini.