Dopo il 73-79 con il quale la Vanoli Cremona ha fatto il proprio esordio assoluto nei play-off, si torna in campo stasera per il secondo atto della serie contro l’Umana Reyer Venezia, con palla a due fissata alle 20.45 al PalaRadi (diretta Sky Sport 1 HD). I lagunari, forti del successo in gara 1, cercano la vittoria per porre l’ipoteca sul passaggio del turno mentre Cremona ha assoluto bisogno di una reazione per riaprire la serie e andarsi a giocare le proprie chances al Taliercio.

LA SFIDA – In gara 1 sono stati Elston Turner da una parte e Mike Green dall’altra a caricarsi sulle spalle i rispettivi attacchi e c’è chi invece aspetta gara 2 per cancellare una brutta prova balistica. Tyrus McGee e Jeremy Pargo sono i protagonisti più attesi dopo un primo round con le polveri bagnate: solo un punto per il sesto uomo biancoblu, due per l’ex Cska e Maccabi che ha però smazzato anche 5 assist. Occhio anche al duello sotto le plance, con Marco Cusin che sarà chiamato a limitare Ben Ortner, autore in gara 1 della propria seconda miglior prestazione balistica stagionale con 17 e 8/8 dal campo.

COME STA CREMONA – Rabbia da trasformare in energia positiva, non delusione o amarezza. Consapevolezza dell’assoluto bisogno di una vittoria nonostante l’assenza prolungata di capitan Vitali ma motivazioni davanti ad una nuova occasione. Chiaro il messaggio di coach Pancotto, che vuole ripartire da quanto di buono visto nel primo match cercando di limare alcuni dettagli. Le 21 perse e il 9/18 ai liberi sono i temi più caldi, senza dimenticare la necessità di abbassare le percentuali della Reyer mantenendo alta la pressione per tutto l’arco della gara.

COME STA VENEZIA – L’occasione è di quelle importanti: tornare al Taliercio sul 2-0 faciliterebbe la corsa alla semifinale, ma De Raffaele predica calma. C’è da lavorare sui particolari difensivi secondo il coach reyerino, che pretende dai suoi più durezza mentale sui 40′ e che cercherà di limitare Turner, mortifero in gara 1, oltre ad attendere miglioramenti dai nuovi innesti Krubally e Pargo, con quest’ultimo comunque positivo nel primo match nel mettersi a disposizione dei compagni.

Ufficio Stampa
Vanoli Basket