La Vanoli Cremona, all’esordio in campionato, porta a casa la prima vittoria e i primi due punti della sua stagione battendo la De’Longhi Treviso 89-87 al termine di una partita equilibrata e decisa solo negli ultimi secondi. Gli ospiti infatti, dopo essere finiti sotto di cinque a 15″ dal termine, grazie a una tripla di Logan e a una rubata su rimessa, hanno avuto in mano anche la palla della vittoria. Il tiro di Cooke non va però a bersaglio e sul ribaltamento di fronte, dopo una stoppata su Mathews, Treviso perde palla consegnando la vittoria alla Vanoli.

LA CRONACA – E’ un primo quarto equilibrato sino all’ottavo minuto quello che vede le due squadre trovare buone soluzioni offensive grazie a Mathews e Saunders da una parte e Cooke e Severini dall’altra. Poi Cremona riesce ad allungare e chiudere il quarto avanti di 9 (33-24) grazie alla tripla dall’angolo di De Vico. Il secondo parziale vede però Treviso rientrare velocemente grazie a i canestri di Fotu e a dei buoni tagli sotto canestro. Cremona riallunga grazie alle triple di Diener, Akele e Mathews  ma Treviso risponde prontamente. All’intervallo lungo è 51-48 per la Vanoli. Al rientro dagli spogliatoi è proprio Cremona che parte meglio, allungando nuovamente grazie alla tripla di Mathews (57-48) ma, ancora una volta, la De’Longhi ricuce sino al 70-67 della penultima sirena, grazie anche a una buona zona 3/2 messa in campo da coach Menetti. Anche l’ultimo parziale ricalca l’andamento sin lì visto, con Cremona che mantiene sempre il vantaggio minimo sino a quando, grazie alle iniziative di un super Saunders e alle giocate di energia di Gazzotti e Akele, trova due possessi di vantaggio a 15 secondi dal termine. Poi il finale con la tripla in punta di Logan. la rimessa sbagliata dalla Vanoli, il tiro fuori bersaglio di Cooke, la stoppata di Treviso e la successiva palla persa che permette alla Vanoli di chiudere 89-87.

MVP – Come lo scorso anno a Trento, la prima di campionato esalta un super Wes Saunders, 23 punti, 10 rimbalzi, 2 assist, 6 falli subiti per 25 di valutazione finale per lui al termine della partita.

I PROTAGONISTI – Per Travis Diener ci sono 5 punti e 7 assist ma soprattutto, con lui in campo, Cremona vince di 12. Per la Vanoli in doppia cifra anche Mathews con 17 e Tiby con 13 . Menzione speciale per Giulio Gazzotti, per l’energia messa in campo, Per i 9 punti, i 5 rimbalzi e i 4 falli subiti in 15 minuti ma anche per le tante piccole cose in difesa che non fanno statistica ma aiutano a vincere. Per Treviso Logan esce dal campo con una prestazione da 21 punti e 5 rimbalzi per 25 di valutazione finale. In doppia cifra anche Nikolic con 15, Cooke con 13, Fotu con 16 e un ottimo Severini con 10.

IL DATO – In una partita estremamente equilibrata sino al termine, dove Cremona tira peggio di Treviso dal campo ma tira molto di più (76 volte contro 60), sono i particolari a fare la differenza. Oltre infatti ai 7 liberi messi in più, Cremona resta avanti e alla fine la vince grazie ai punti derivanti da seconde opportunità (23-7) e grazie ad alcuni buoni canestri trovati in transizione (16-4 i  punti da contropiede).

IL MOMENTO CHIAVE – E’ certamente il finale di partita a deciderne le sorti. Cremona si ritrova avanti di 5 a pochi secondi dal termine ma riesce a complicarsi la vita lasciando a Treviso anche il tiro della vittoria. La buona difesa biancoblu sull’ultimo possesso ospite e un pizzico di buona sorte sulla palla persa da Treviso nel finale permettono però alla Vanoli di fare proprio il risultato.