Il cuore della Vanoli non basta ad avere la meglio su una rigenerata Aurora Desio al termine di una partita dal finale palpitante che i cremonesi hanno saputo rimettere in bilico quando tutto sembrava perduto. Priva di Ariazzi e Trunic, i biancoblu approcciano bene la gara con il 4-0 iniziale firmato Bandera e Labovic, unico vantaggio della partita per i successivi 42’. Gli arancioblu di coach Ghirelli, rivitalizzati dall’inserimento del 2000 Peri, appaiono in palla e in fiducia giocando con la giusta energia e punendo le diverse e troppe disattenzioni difensive concesse dai padroni di casa. Desio crea un vantaggio intorno alla doppia cifra che la Vanoli, pur avvicinandosi a strappi, non riesce mai a colmare e si porta fino al termine del terzo quarto. I primi 5’ dell’ultimo periodo vedono gli ospiti allungare ulteriormente e sul 55-70 a 5’ dalla fine tutto sembra perduto. Ma è proprio nelle battute finali che esce l’orgoglio della squadra di coach Baiardo; la pressione difensiva sale vertiginosamente, i palloni vengono recuperati in serie e con questi la Vanoli colpisce in contropiede. A 1’20” dal termine, sul 65-70, Strautmanis con un appoggio a tabellone e una tripla firma la parità e Bandera allo scadere ha addirittura il tiro, che finisce corto, per la vittoria.
Nel supplementare la Vanoli firma il primo sorpasso del match dopo l’inizio, ma Pesenato risponde subito per Desio e i biancoblu sbagliano subito dopo due appoggi al ferro venendo immediatamente puniti da un canestro in acrobazia di Lovato. A 10” dalla fine, sul “meno 2”, i cremonesi hanno la palla per un altro pareggio o la vittoria ma Labovic, al termine di una partita di grande energia ma confusionaria, perde il possesso e commette un fallo antisportivo che di fatto chiude la contesa.

VANOLI YOUNG 76
DESIO 81
dopo un tempo supplementare

Vanoli Young: Bandera 18, Labovic 11, Spoldi 8, Garini 10, Strautmanis 18, Feraboli 10, Cavagnini, Bonazzoli, Penna, Baggi, Chiozza 1, Bertoglio. All. Baiardo.
Desio: Frausin, Radice 5, De Piccoli 6, Canato 15, Capelli 14, Peri 5, Lovato 13, Benedini 6, Natalini, Pandolfi 2, D’Apolito 2, Pesenato 13. All. Ghirelli.
Arbitri: Corbari e Cantarini.
Parziali: 18-22; 31-37; 50-60; 70-70.