L’avversario più duro per una prima storica volta. Sarà infatti l’EA7 Emporio Armani Milano lo scoglio che la Vanoli Cremona si troverà davanti in semifinale di Coppa Italia, traguardo fino ad oggi mai raggiunto dalla società biancoblu. La gara, in programma alle 20.45 al Mediolanum Forum e in diretta su Rai Sport 1 HD, vedrà affrontarsi una “cenerentola” della manifestazione ed una corazzata che questo trofeo l’ha già vinto 4 volte (’72, ’86, ’87, ’96) e che si presenta come favorita d’obbligo, determinata come non mai a rompere un digiuno lungo ormai un ventennio.
Il biglietto da visita degli uomini di Repesa è stato di quelli significativi, con un quarto di finale senza storia contro la Reyer Venezia, che ha retto un tempo prima di venir spazzata via da un parziale di 33-11. Gara, quella tra le Scarpette Rosse e i biancoblu, caratterizzata da due grandi assenze: mancheranno infatti i due capitani, il lungodegente Alessandro Gentile e il biancoblu Luca Vitali, fermato ancora dal problema alla coscia.

Almeno un paio i duelli interessanti in scena sul parquet di Assago. In ala piccola il faccia a faccia tra Deron Washington e Rakim Sanders, ancora in rodaggio dopo il rientro dal lungo infortunio alla mano ma vincitore della scorsa edizione e MVP delle finali-Scudetto, promette scintille ed escursioni sopra il ferro. Interessante anche il duello tra i cecchini Tyrus McGee e Krunoslav Simon: il croato è il miglior tiratore da 3 della Serie A viaggiando a 48.6%, il sesto uomo di lusso biancoblu insegue in terza posizione a 47.1%. Una storia che si ripete, vista la sfida nella finale della gara di tiro da 3 punti dell’All Star Game 2016, vinta dall’esterno dell’Olimpia.

COME STA MILANO – Il morale non può che essere alto dopo l’ottima prova nei quarti. Repesa ha gestito le energie dei suoi, ruotando spesso i quintetti soprattutto nella prima parte di gara. Prosegue l’inserimento di Batista, mentre si ferma Bruno Cerella per una distorsione al ginocchio destro rimediata contro Venezia. Il coach meneghino ha l’imbarazzo della scelta e ancora una volta avrà problemi d’abbondanza: contro Milano sono rimasti fuori Barac e Kalnietis, con quest’ultimo in permesso per la nascita del figlio, ma è tutt’altro che da escludersi un inserimento del lituano.

COME STA CREMONA – Continuità nei valori e nel lavoro, entusiasmo, consapevolezza di non aver nulla da perdere e di star scrivendo la storia di fronte ad una grandissima squadra. Queste le armi di Cremona in semifinale, oltre ovviamente ad un collettivo che acquisisce sicurezza ed autostima vittoria dopo vittoria. Mancherà ancora Luca Vitali per il problema alla coscia, ma contro Sassari i biancoblu hanno dimostrato di saper sopperire alle assenze. Importante la gestione delle energie dopo la battaglia contro la Dinamo, soprattutto al cospetto di una squadra lunghissima e più riposata.

CURIOSITA’ – Per la nona volta nelle Final Eight si sfideranno in semifinale le teste di serie numero 2 e 3: 5-3 il bilancio attuale a favore della testa di serie numero 2. Tra i roster delle 4 squadre rimaste in gara, Andrea Cinciarini è il giocatore che ha realizzato più punti nelle semifinali Final Eight: 34 in 3 gare (1 vinta) con 12/19 da 2, 35 da 3 e 11 assist. Dopo i quarti di finale, Rakim Sanders è l’unico giocatore ad avere la possibilità di riconfermarsi vincitore della Coppa Italia, dopo il successo dell’anno scorso con Sassari.

Ufficio Stampa
Vanoli Basket