In una partita spettacolare ad alto punteggio e ritmi altissimi, il Petrarca espugna il PalaRadi avendo la meglio su una Vanoli combattiva che però non riesce ad arginare le folate padovane. E soprattutto la stella Ragagnin autore di una prova stellare condita da 43 punti e ben 8 triple, alcune davvero di pregevole fattura. Le squadre si rispondono colpo su colpo dall’inizio con i cremonesi spinti da un super Strautmanis e dal rientrante Ariazzi. Petrarca da canto suo si dimostra squadra solidissima e completa e rimane saldamente in partita. I padroni di casa si spingono fino al “più 7” nel secondo quarto ma un 9-0 negli ultimi 2’ del periodo portano Padova avanti all’intervallo e per la prima volta dopo lunghissimo tempo nella partita. Il rientro dagli spogliatoi è devastante: Ragagnin esplode definitivamente siglando due triple in rapida successione e in un minuto la Vanoli si ritrova improvvisamente a “meno 12” dopo 20’ di grande equilibrio. Il timeout di coach Baiardo serve a tamponare la ferita ma pur  rientrando sotto la doppia cifra i biancoblu non riescono mai davvero a girare l’inerzia della gara soprattutto perché Ragagnin continua ad essere inarrestabile nonostante la stretta marcatura di Labovic. Padova scappa via, tocca il “ più 19”, la squadra di coach Baiardo non molla e continua a combattere torna a “meno 11” e ha più volte la chance di tornare sotto la doppia cifra negli ultimi minuti. I cremonesi non concretizzano e Padova può così chiudere l’incontro con due punti importanti. La Vanoli rimane comunque attaccata al treno delle prime posizioni in un girone dove sono contenute otto squadre in appena 4 punti, segno del grande equilibrio e dell’altissimo livello di questo girone D.

VANOLI YOUNG 82
PETRARCA PADOVA 97
Vanoli Young: Bandera 9, Labovic 9, Spoldi, Garini 6, Ariazzi 12, Strautmanis 26, Baggi 14, Cavagnini, Bonazzoli 2, Penna, Chiozza 4, Bertoglio. All. Baiardo – Beluffi – Testi.
Petrarca Padova: Borsetto 13, Gamberoni, Bruzzese 7, Di Falco 4, Scanfria 3, Stavla 4, Seck 17, Dia, Ragagnin 43, Bovo 6. All. Biondo.
Arbitri: Martinelli e Mongelli.
Parziali: 23-21; 40-44; 54-70.