Un primo tempo giocato senza l’energia agonistica indispensabile scava subito un solco importante che viene mantenuto fino alla fine della partita. Le prime 3 difese della gara sono lo specchio del cattivo approccio mentale … 9 punti con 3 tiri piedi per terra. Regalati 2 quarti di intensità, si giocano il terzo ed il quarto con il giusto approccio mentale e fisico, con un paio di occasioni che ci riportano a dimezzare il divario, ma il pesante parziale del primo tempo non ci da la possibilità di rientrare in partita. Un passo indietro nel processo di costruzione del concetto di squadra che, ad ora, è l’unico che ci può permettere di mettere sul campo prestazioni rispettabili.

AURORA DESIO 76
VANOLI YOUNG 55
Aurora Desio ’94: Benedini 4, Corti 3, Canato, Capelli 12, Costa, Peri 18, Maccan 19, Pandolfi 2, Mazzola 8, Scotti, Lovato 2, Pesenato 8. All. Cogliati.
Vanoli Young: Tolasi, Bandera 8, Noè, Garini 2, Spoldi, Feraboli 8, Piazza, Villa 8, Ariazzi 14, Baggi 13, Avello 2. All. Giovanetti.
​​Arbitri: Spinelli – Castoldi.
Parziali: 26-16; 18-7; 15-16; 17-16.

Ufficio Stampa
Vanoli Basket