Al debutto in campionato, la Vanoli gioca per tre quarti di gara alla pari con una delle favorite per lo scudetto di categoria salvo cedere negli ultimi 10’ e chiudere con un passivo ingeneroso per quanto visto in campo. I biancoblu non subiscono lo strapotere fisico della coppia Tchewa-Diouf, rimangono sempre attaccati alla partita (guidati da Trunic) arrivando a “meno 6” a metà del terzo quarto e sul 64-53 a 30” dalla sirena; un paio di ingenuità confezionano il 6-0 di parziale che taglia le gambe ai cremonesi. Nell’ultimo quarto mancano le forze per reagire ancora e così coach Baiardo può ampliare le rotazioni e dare spazio a tutti i giocatori. Indicazioni comunque positive all’esordio, in attesa del debutto casalingo previsto per lunedì 1 ottobre contro Cantù.

GRISSINBON REGGIO EMILIA 93
VANOLI YOUNG 57
GrissinBon Reggio Emilia: Soviero 14, Tchewa 15, Diouf 24, Maddaloni 3, Bertolini 4, Castagnetti, Besozzi, Sonni 9, Zampogna 16, Cipolla 8, Moscardini. All. Menozzi.
Vanoli Young: Bertoglio, Penna, Chiozza 2, Trunic 27, Ariazzi 4, Garini, 6, Feraboli 6, Baggi 2, Cavagnini, Bandera, Strautmanis 6, Bonazzoli 4. All. Baiardo.
Arbitri: Cassinadri e Casi.
Parziali: 28-21; 44-34; 70-53.