Quintetti:

Stone, Peric, Goss, Ress, Viggiano

Vitali, Hayes, Bell, Clark, Cusin

1^ quarto

Splendido avvio cremonese prima con Hayes in penetrazione poi con la schiacciata di Cusin imbeccato dal capitano e il tabellone recita 2-4 dopo 2 minuti. Venezia risponde con la classe di Goss e la tripla di Ress e si rimette in testa alla gara. Il gioco da 4 punti propiziato dal fallo di Stone sulla tripla di Hayes vale il controsorpasso biancoblu: 5-8 a metà quarto. Venezia colpisce dalla distanza mentre cremona trova ottime soluzioni sull’asse Vitali-Campani ed all’ultimo giro di orologio Venezia è davanti 20-16. L’ultimo attacco lagunare frutta il gioco da 3 punti di Dulkys per il 18-20 di fine quarto.

2^ quarto

La secondo frazione si apre con le due bombe di Gazzotti e Campani che mettono cremona davanti 24-22. Mian in layup mancino costringe Recalcati al timeout sul parziale di 8-0 biancoblu. Mian raccoglie da terra e trasforma una tripla che vale il +7 dopo 2 minuti e mezzo. La Reyer rientra grazie a una tripla di Nelson ma Cremona è sempre davanti a metà quarto: 29-27. Cuscino di finezza appoggia il 31^ punto cremonese in reverse. Ruzzare mette la tripla del sorpasso con un parziale aperto di 10-0 orogranata per il 37-31 con 2 minuti esatti all’intervallo. Clark ferma l’emorragia con un morbido floater. Vitali mette la firma sugli ultimi due pregevolissimi punti cremonesi per il 37-35 all’intervallo.

3^quarto

Straordinaria difesa cremonese sul primo attacco veneziano che forza un’infrazione di 24″. Viaggiano si sblocca dall’arco prima e in sospensione poi firmando il +5 reyerino ribadito dal layup di Goss che induce Pancotto al timeout sul 44-37 con 7:50″ da giocare. Clark riprende sul proprio errore e realizza ma Venezia corre e scappa sul 51-39 forzando il secondo minuto di sospensione cremonese sul 14-4 di parziale nel quarto. Il parziale si allarga a 18 a 6 complici un paio di perse e l’imprecisione dall’arco nel tentativo di rientrare. 3 punti in fila di Ferguson vengono vanificati da i 3 liberi messi a segno da Viggiano.

4^ quarto

Tanta grinta e un po’ troppa frenesia nel rientro cremonese in ultima frazione che frutta comunque la tripla di Gazzotti, neutralizzata da Dulkys dall’altra parte del campo. Pancotto schiera un quintetto tutto italiano quando Venezia ha preso ormai il largo colpendo a ripetizione dall’arco ed a metà ultimo quarto il divario è di 25 lunghezze. Venezia controlla la gara negli ultimi minuti fino all’82-56 finale.