Prima volta al PalaFantozzi di Capo d’Orlando per la Vanoli Basket Cremona che nella quarta giornata di ritorno affronterà l’Orlandina basket di coach Griccioli. Con l’idea di vendicare il ko subito all’andata, la formazione guidata da Pancotto arriva in terra siciliana senza Marco Cusin (infortunato), ma con un Ed Daniel in più. Nonostante il forfait del pivot della nazionale, il gruppo è compatto e pronto a ripartire dopo una striscia negativa di quattro ko consecutivi. Reduce da tre sconfitte filate anche l’Upea che nell’ultimo turno si è arresa all’Acea Roma con il punteggio di 67 a 63. I numeri raccontano che Capo d’Orlando e Cremona sono le squadre che conquistano meno rimbalzi offensivi. Detto questo, chissà che l’energia di Daniel possa invertire la rotta!

Welcome Ed Daniel – Vanoli Basket Cremona comunica di aver trovato l’accordo con il giocatore americano Ed Daniel, nato il 13 giugno 1990 a Birmingham, Alabama. Daniel (201cm), proveniente dalla Murray State University, Kentucky, ha militato in Italia a Pistoia nella stagione 2013/2014 (8,7 punti e 7,7 rimbalzi) e a Varese dove nelle prime 18 gare della stagione 2014/2015 ha totalizzato 9,8 punti e 6,9 rimbalzi.

Il momento dell’avversario – Reduce dal ko esterno con l’Acea Roma (il terzo consecutivo), il team biancoblu ha sin qui collezionato 12 punti, frutto di sei vittorie e dodici sconfitte. Se 1264 sono i punti realizzati, mentre 1347 quelli subiti (differenza in negativo di 83), l’Upea viaggia di media a 70.2 canestri segnati e 74.8 concessi. Delle nove gare disputate sul parquet di casa, cinque sono le vittorie e quattro le sconfitte. Lontano dal PalaFantozzi, invece, Freeman e compagni hanno collezionato una vittoria (con Cremona) e otto risultati negativi.

 I numeri della giornata

Upea Capo d’Orlando vs Vanoli Basket Cremona 1-0 (nessun precedente a Capo d’Orlando)
Capo d’Orlando e Cremona sono due delle 4 squadre senza vittorie nel girone di ritorno (le altre sono Trento e Varese).
Griccioli-Pancotto 1-0 / Griccioli-Cremona 1-0 / Pancotto-Capo d’Orlando 3-4.
Capo d’Orlando e Cremona sono le squadre che conquistano meno rimbalzi offensivi: 7.9 la media Upea, 8.8 quella Vanoli.
Capo d’Orlando e Cremona sono anche le squadre con meno palle recuperate: 5.9 la media Upea, 6.3 quella Vanoli.
All’andata per Capo d’Orlando record societario stagionale nella % 2 punti (62.5 con 25/40) e nella % totale tiri (57.1 con 31/47).
Contro Cremona (in maglia Brindisi) minimo di punti in Italia per Sek Henry: 2 in 16 minuti con 1/8 al tiro.
61.5% da 3 punti (8/13) per Luca Vitali in 5 gare contro Capo d’Orlando (3 vinte).
Gli ex: nessuno.

All’andata, andò così… Vanoli Basket Cremona – Upea Capo d’Orlando 76-78 (02/11/2014) Seconda sconfitta casalinga consecutiva per la Vanoli Basket Cremona che dopo il ko all’esordio con Milano, cade nuovamente di fronte al proprio pubblico, questa volta per mano della neopromossa Upea Capo d’Orlando (76-78). Una gara scorbutica, che più volte ha subito frenate ed improvvise fiammate, ha premiato la formazione che nel momento decisivo si è disunita meno e che ha continuato ad insistere sui propri punti di forza, rappresentati nello specifico dalla coppia Archie-Freeman (46 punti in due). La formazione locale ha avuto il merito di non arrendersi mai nonostante alcuni passaggi a vuoto in fase offensiva. Grinta e carattere, quindi, non sono mancati e grande applicazione è stata messa in campo da Vitali e compagni in tutto il corso del match. La rimonta non si è concretizzata ed in un finale davvero concitato il tiro allo scadere di capitan Vitali non ha trovato il fondo della retina: con il naufragare dell’ultimo possibile colpo di scena, si spengono così anche le speranze di vittoria della squadra di Pancotto.

*Stagione 2013/2014 – La quinta partecipazione nel secondo campionato italiano di basket coincide anche con la promozione in serie A, seppur tramite ripescaggio al posto di Siena, della società paladina. Dopo il positivo triennio 2005-2008 nella massima serie (la stagione 2008-09 non viene disputata dall’Orlandina poiché il 20 settembre 2008 il consiglio federale annuncia l’esclusione della società dal campionato), e la rinascita partendo dalla Serie C Dilettanti, dove rileva il titolo della Pallacanestro Nebrodi, la scorsa stagione la formazione biancoazzurra chiude in seconda posizione. Eliminata alle Final Six in semifinale da Biella (Coppa Italia LNP) e con al timone il vulcanico Gianmarco Pozzecco, nella post season di DNA Adecco Gold la squadra della provincia di Messina supera 3 a 1 la Sigma Bacellona (quarti), 3 a 1 la Tezenis Verona (semifinale), mentre in finale cade 3 a 0 sotto i colpi dell’Aquila Basket Trento. Protagonisti del ritorno in serie A sono la guardia Gianluca Basile, l’ala Matteo Soragna, il play Tommaso Laquintana ed il centro Sandro Nicević. Altre importanti pedine sono Andrea Benevelli, Leonardo Ciribeni, il classe ’89 Marco Portannese e gli americani Keddric D’Wayne Mays (play) e Dominique Archie (ala). Da febbraio in rosa anche l’ex biancoblu Rodolfo Valenti.

Roster Upea Capo d’Orlando 2014/2015

7777777777

Per la quarta volta iscritta al campionato di Serie A, a giugno l’Upea saluta Pozzecco che torna da allenatore nella ‘sua’ Varese, affidando così le chiavi della panchina all’ex head coach della Junior Casale, Giulio Griccioli. In Sicilia rimangono Dominique Archie, l’amatissimo Gianluca Basile, il capitano Matteo Soragna e il centro Sandro Nicević. Dall’Iowa Energy, compagine della lega di sviluppo NBA, arriva la guardia Austin Freeman, mentre sempre dalla D-League proviene l’ala grande di 206 cm Dario Hunt (Rio Grande Valley Vipers). Innesto anche in cabina di regia dove a dettare i ritmi ci sarà Jonny Flynn, playmaker con trascorsi NBA a Minnesota, Houston e Portland. A portare esperienza l’italiano ex Pesaro Andrea Pecile, mentre completano il roster Bradford Burgess (ala piccola statunitense classe ‘90), Corrado Bianconi (ultima stagione a Imola in prestito dalla Virtus Bologna) ed i due under Sedin Karavdic e Marco Strati. A fine novembre i destini di Jonny Flynn e dell’Orlandina si dividono: in terra siciliana arrivano così Sek Henry, play-guardia in uscita dalla Enel Brindisi e Nik Cochran, playmaker canadese con cittadinanza britannica tesserato il 19 dicembre 2014.

Come seguire l’incontro – La gara verrà trasmessa in diretta (ore 18.15) su Cremona1. La sfida valevole per la quarta giornata di ritorno di serieABeko verrà riproposta in replica domenica (ore 22) e martedì (ore 16.30) sempre su Cremona1 (canale 211 del digitale terrestre).

Classifica e quadro completo della giornata

4r