Squadra dal potenziale altissimo, partita in sordina a seguito degli infortuni ma che nelle ultime settimane sta dimostrando di essere squadra solida che può lottare per traguardi importanti. Partiamo dai nuovi arrivati: Marques Green, arrivato da due settimane al posto dell’infortunato Tauren Green, alla sua terza reincarnazione ad Avellino ha subito preso in mano la leadership e la gestione in campo della squadra. La scorsa settimana è’ arrivato un ulteriore rinforzo: Joe Ragland, dopo le esperienze a Cantù e Milano arriva per portare il suo tiro da 3 pts e la sua capacità di costruirsi un tiro dal palleggio per rendere la squadra ancora più pericolosa sul perimetro. La batteria di americani conta sul miglior realizzatore del campionato: James Nunnally, se entra in ritmo in grado di costruirsi un tiro in tantissimi modi, sfruttando la sua abilità nel muoversi senza palla e il suo 1c1 sia per tirare da 3 pts che per attaccare il canestro. Come guardia Acker, tiratore in uscita dai blocchi e dal proll. Infine come numero 4 l’esperienza di Leunen, per tanti anni protagonista a Cantù e playmaker aggiunto vista la sua visione di gioco che gli permette di aiutare la squadra nella costruzione del tiro migliore. Completano la rosa due comunitari: la guardia lituana Veikalas, tiratore micidiale dall’arco dei 3 pts e il lungo Croato Buva, molto bravo ad usare il corpo per prendere vantaggio vicino a canestro sfruttando la sua fisicità. Chiudiamo con i lunghi italiani Cervi, lungo della nazionale italiana e gran stoppatore in difesa, e Pini, pronto ad entrare dalla panchina per far rifiatare i titolari. Non sarà della partita, sia per infortunio che per regolamento, il lettone Blums.