Sorrisi ed abbracci. Emozioni e giocate spettacolari. Si congeda in questo modo la Vanoli Basket Cremona che, nonostante la sconfitta casalinga contro il Banco di Sardegna Sassari (87-99), è riuscita anche oggi a scrivere un’altra stupenda pagina di storia sportiva. Tifosi, staff, nonché giocatori e società, tutti accomunati da un comune sentimento di orgoglio. Se tali soddisfazioni vengono anche condivise, poi, allora si riesce realmente a comprendere quanto sia stato speciale questo 2014/2015. Arrivederci al prossimo anno!
Ottima partenza per i padroni di casa che scendono sul parquet amico con la giusta intensità. L’attacco produce ottime conclusioni, tutti gli interpreti biancoblu difendono con ordine e così, con Sassari che si rende pericolosa esclusivamente con il tandem Sosa-Lawal, la Vanoli mantiene la testa della corsa grazie anche a giocate di alto livello (25-20). La reazione ospite non tarda però ad arrivare: dopo un inizio di secondo periodo che sorride alla formazione locale, infatti, il Banco di Sardegna torna nei binari della partita sfruttando differenti soluzioni offensive. Brooks, Kadji e Logan incidono positivamente per i sardi, Daniel e Mian non mollano di un centimetro (45-49 al 20′), mentre Sassari prova l’allungo nella ripresa complici anche le difficoltà in fase realizzativa della formazione guidata da Pancotto (63-77 al 30′). Gli ultimi dieci minuti sono comunque vivaci con la Vanoli che mette in campo voglia ed energia, fattori che hanno rappresentato vere pietre miliari durante l’intera stagione cremonese.

 PRIMO QUARTO (25-20):

Mian in quintetto per Cremona con Daniel, Vitali, Clark e Bell, mentre Meo Sacchetti risponde con Logan, Sosa, Sanders, Lawal e Brooks. Apre le danze Vitali che serve un reattivo Daniel in post basso, poi Bell punge da tre e Logan spara corto sul primo ferro. Inizio sprint, quindi, per i cremonesi che allungano con il jumper di Clark, prima del lampo dalla lunga distanza di Sanders. Mian lotta a rimbalzo e strappa la sfera a Lawal, Daniel imita il compagno e cattura un prezioso rimbalzo, anche se Logan risponde immediatamente a Vitali (9-6). Con Bell che completa un gioco da tre punti, Sassari sembra faticare nel creare pericoli nella metà campo offensiva tanto che Logan commette un’infrazione di cinque secondi sulla rimessa. I biancoblu restano invece sul pezzo, ma alla pima distrazione Lawal batte un colpo appendendosi a due mani al ferro. Poco dopo è però ancora James Bell protagonista, prima con la tripla e poi con la transizione condotta e conclusa in solitaria. Il Banco di Sardegna prova a ricucire lo strappo sfruttando il tandem Sosa-Lawal, il neo entrato Ferguson recupera splendidamente palla, mentre ci pensa Nick Mei a far esplodere di gioia il PalaRadi con la tripla piedi per terra. I sardi riescono ad incidere solamente con Lawal, ma le emozioni di certo non mancano e così prima della fine del quarto sono Ferguson, un doppio Logan, Campani e Vitali a proiettare le due squadre sul 25 a 20 del 10′.

Tabellino:

Vanoli Basket Cremona: Daniel 2, Hayes ne, Gazzotti, Vitali 4, Mian, Campani, Ferguson 2, Mei 3, Clark 3, Bell 11. All. Pancotto.

Banco di Sardegna Sassari: Logan 10, Sosa, Formenti, Sanders 3, Devecchi, Lawal 7, Chessa, Sacchetti, Mbodj, Vanuzzo, Brooks, Kadji. All. Sacchetti.

 SECONDO QUARTO (45-49):

Alla ripresa delle operazioni Vitali illumina per Jazz che conclude corto dall’angolo, Campani va a bersaglio dopo Kadji e la Cremona di coach Pancotto conferma anche in avvio di secondo periodo di essere squadra organizzata. Mei e Vitali griffano l’allungo, tentativo tuttavia subito vanificato da un propositivo Kadji che colpisce dalla lunga prima di entrare nella top 10 di giornata grazie ad una spettacolare schiacciata ad una mano. Il match rimane vibrante: Logan segna d’esperienza, Mei viene sanzionato con il terzo fallo personale e dopo un paio di azioni concitate lo stesso Logan riporta i suoi ad un solo possesso di distanza (35-34 al 16′). Dopo il time out chiamato da coach Pancotto, Brian Sacchetti sigla il primo vantaggio di serata per Sassari. Daniel e Brooks duellano a tutto campo, poi lo stesso Ed regala un extra possesso a Cremona servendo Mian che riceve, prende la mira e schiaffeggia la retina dall’arco. La sfida è frizzante, gli ospiti mantengono la necessaria lucidità dalla lunetta e mettono la freccia con un presente Brooks prima che Lawal da una parte e Daniel dall’altra mostrino tutto il loro talento. Brooks con spazio è una sentenza, ma con meno di un minuto da giocare Mian penetra di personalità tenendo in questo modo Cremona in linea di galleggiamento. Dentro e fuori a fil di sirena di Clark e all’intervallo è 45 a 49.

Tabellino:

Vanoli Basket Cremona: Daniel 6, Hayes ne, Gazzotti, Vitali 7, Mian 6, Campani 4, Ferguson 2, Mei 6, Clark 3, Bell 11. All. Pancotto.

Banco di Sardegna Sassari: Logan 18, Sosa, Formenti, Sanders 3, Devecchi, Lawal 9, Chessa, Sacchetti 2, Mbodj, Vanuzzo, Brooks 11, Kadji 6. All. Sacchetti.

 TERZO QUARTO (63-77):

Bomba di Logan ad aprire la ripresa, infrazione di 24 secondi Vanoli, e poi Brooks e Mian da tre: il ritmo sale vertiginosamente nella seconda frazione di gioco con gli attacchi che prevalgono sulle difese. Se Lawal sfrutta tutto il suo atletismo, Gazzotti conquista un ottimo fallo in isolamento e sulla successiva rimessa Mian assiste splendidamente capitan Vitali che conclude nonostante il tentativo aereo di Lawal. Sanders, Bell e Lawal trovano nuovamente la via del canestro e, dopo il minuto di sospensione, Sosa prova a scavare il solco con la tripla frontale. Il pubblico del PalaRadi continua ad incitare a gran voce i suoi beniamini e Daniel ripaga l’affetto con un due su due ai liberi. Lawal fa 1/2 dalla linea della carità, Daniel prova a sorprendere la difesa avversaria con un passaggio no look e poi Gazzotti si libera a centro area per una conclusione tanto precisa, quanto rapida ed immediata. Brooks e Devecchi salgono in cattedra, Mei pesca Daniel che viene fermato al momento del tiro e così la sfida prosegue con Sassari che cerca di mantenere il controllo emotivo. Bell si fa trovare pronto a rimbalzo, Ferguson riceve gli applausi dei tifosi dopo aver speso il quinto dallo e subito dopo Chessa viene sanzionato con un fallo antisportivo commesso su Campani (2/2). Bell per Vitali è l’azione che di fatto chiude il terzo periodo (63-77 al 30′).

Tabellino:

Vanoli Basket Cremona: Daniel 8, Hayes ne, Gazzotti 2, Vitali 11, Mian 10, Campani 6, Ferguson 2, Mei 6, Clark 3, Bell 15. All. Pancotto.

Banco di Sardegna Sassari: Logan 23, Sosa 5, Formenti, Sanders 6, Devecchi 3, Lawal 15, Chessa, Sacchetti 2, Mbodj, Vanuzzo, Brooks 15, Kadji 8. All. Sacchetti.

ULTIMO QUARTO (87-99):

Cremona resta compatta, mantiene alto il livello d’energia e con la necessaria concentrazione torna a pungere grazie a Fabio Mian. Lawal giganteggia sotto canestro, Bell però si fa notare con la stoppata e la Vanoli torna meritatamente a meno dieci con il due su due di un glaciale Campani. Sassari affida le chiavi del proprio attacco a Lawal che segna e poi strappa un rimbalzo difensivo poi non trasformato da Logan. Devecchi con la rubata e Clark con un super rimbalzo proiettano le due squadre ad un finale comunque emozionante. Formenti serve Sosa che segna la bomba in transizione, i biancoblu cercano di cavalcare i centimetri di Campani (74-89 al 36′), mentre Bell lanciato in contropiede alza per un debordante Clark. Risultato? Schiacciata spettacolare e time out Sacchetti. Clark e Lawal guidano i rispettivi attacchi, mentre Devecchi e lo stesso Clark aumentano ulteriormente il punteggio. Circus shot di Brooks e poi spazio ai sentimenti con infiniti applausi per tutti i giocatori biancoblu.

Tabellino:

Vanoli Basket Cremona: Daniel 10, Hayes ne, Gazzotti 2, Vitali 15, Mian 12, Campani 11, Ferguson 2, Mei 10, Clark 10, Bell 15. All. Pancotto.

Banco di Sardegna Sassari: Logan 23, Sosa 10, Formenti 2, Sanders 6, Devecchi 7, Lawal 18, Chessa, Sacchetti 2, Mbodj 2, Vanuzzo, Brooks 21, Kadji 8. All. Sacchetti.