Due sconfitte consecutive non hanno scalfito quanto di buono fatto sin qui dalla Vanoli Basket Cremona. Con le stesse certezze di sempre e con un record positivo a Bologna (2 sconfitte e 3 vittorie), la truppa di Pancotto è di nuovo pronta a dar battaglia. Avversario dell’undicesima giornata di Serie A Beko sarà la Virtus Granarolo Bologna allenata da coach Giorgio Valli. I due punti di penalizzazione non cancellano il percorso fatto sin qui dagli emiliani: con cinque vittorie ed altrettante sconfitte, Bologna risulta squadra organizzata e temibile. Al pari della Vanoli, la chiave del successo sembra essere il giusto mix tra gioventù ed esperienza.

Vitali e compagni hanno sempre onorato la maglia, non han mai smesso di correre e lottare e quindi siamo convinti che anche all’Unipol Arena sarà battaglia vera.

Stagione 2013/2014 – Sono diversi i cambiamenti che modificano l’assetto societario delle V nere. A maggio del 2013, Renato Villalta diventa il nuovo presidente della Virtus Pallacanestro Bologna, subentrando così al dimissionario Marchesini, mentre Piergiorgio Bottai viene nominato amministratore delegato al posto di Claudio Sabatini. Da giugno, invece, Bruno Arrigoni, in precedenza direttore sportivo della Pallacanestro Cantù, prende il posto di Massimo Faraoni ricoprendo lo stesso in carico per gli emiliani. Il mese di gennaio rappresenta una nuova svolta, questa volta dal punto di vista cestistico. Il 27 gennaio 2014 viene ufficializzato l’accordo con Giorgio Valli, che prende il posto dell’esonerato Luca Bechi. In corso di stagione vengono poi acquistati l’ala grande Ndudi Ebi dal Bnei Ha Sharon (Israele) e la guardia USA Willie Warren dal Szolnoki Olaj (Ungheria). Ceduti Corrado Bianconi a Imola, l’ala Aristide Landi alla Fortitudo Bologna e Casper Ware (guardia) ai Philadelphia 76ers, la squadra chiude al tredicesimo posto il campionato di massima serie, a pari punti con la Vanoli Basket Cremona (22).

Virtus Granarolo Bologna 2014/2015 –

roster-1

La guida tecnica è di nuovo affidata a coach Giorgio Valli, mentre rimangono nella città dei portici Matteo Imbrò (playmaker classe ’94) e l’ala di 199 cm Simone Fontecchio. Sono invece otto gli innesti operati dalla società del presidente Villalta. Okaro White, ala USA di 205 cm, non selezionato al Draft NBA, ma reduce da una convincente Summer League a Orlando con i colori dei Memphis Grizzlies. Altro italiano a vestire i colori della Virtus è Gino Cuccarolo, centro di ben 221 cm in arrivo dal Basket Brescia Leonessa, dove vi è rimasto per due stagioni. Ripetutamente presente nelle nazionali giovanili, nel 2005 ha conquistato il bronzo europeo con l’Under 18, nel 2007 quello con l’Under 20. Conta una presenza in Nazionale maggiore. Tenta l’avventura europea anche il play Abdul Gaddy dopo aver chiuso la Summer League con i New Orleans Pelicans a 5.2 punti e 3.2 assist in cinque gare. Dopo due stagioni in Sicilia, da Capo d’Orlando, con 66 presenze e 619 punti arriva la guardia Marco Portannese, mentre completano la formazione Valerio Mazzola (ala da Montegranaro), lo statunitense Jeremy Hazell (guardia da Juventus Utena, Lituania), il centro USA Augustus Gilchrist (dalla D-League dove ha indossato la canotta di Iowa Energy), e l’ex guardia Virtus Roma, Ferrara e Montegranaro Allan Ray (ultimo anno al Cedevita Zagabria, in Croazia). Aggregati alla prima squadra ci sono il diciannovenne Gabriele Benetti e il classe ’97 Stefan Nikolic.

Lasciano l’Emilia Romagna lo svedese Viktor Gaddefors (Pall. Mantovana), la guardia Dwight Hardy (Trabzonspor), il centro giamaicano Jerome Jordan, giovedì firmato dai Brooklyn Nets per il training camp, e il lungo Shawn King (Le Havre). Cambiano colori anche la guardia Willie Warren, Ndudi Ebi (free agent), l’ala piccola Matt Walsh (Olin Edirne, Turchia) ed il prospetto ceco classe ’95 Adam Pechacek

 Impegni recenti – Cinque vittorie e cinque sconfitte, ma otto punti in classifica (due punti di penalità) per le V nere. Dopo il ko al debutto con Sassari (89-76), Bologna si riprende alla seconda con Capo d’Orlando (74-69) e passa anche con Caserta (79-73). Pesante invece la sconfitta a Cantù (89-67), la banda di Valli espugna di un soffio Pistoia (72-73), ma poi cede il passo sul parquet casalingo alla Reyer Venezia (79-83). Risultato negativo anche a Brindisi (75-64), ma doppio successo casalingo prima con Reggio Emilia (78-66) e poi con Avellino (77-76). Tuttavia, nell’ultimo turno Varese rovina il buon momento degli emiliani vincendo con uno scarto di dieci lunghezze (83-73).

*Curiosità statistiche – GRANAROLO BOLOGNA – VANOLI CREMONA 6-4 (2-3 a Bologna)
Cremona non ha mai vinto in Serie A all’11° giornata (bilancio 0-5). Bologna e Cremona si sono affrontate all’11° giornata 2010/11: il 26/12/2010 finì 116-100 per la Virtus dopo 3 supplementari.
Valli-Pancotto 2-1 / Valli-Cremona 1-4 / Pancotto-Bologna 8-27. Mazzola ha 0-4 in casa contro Cremona (1-6 il bilancio complessivo). Cusin ha una serie aperta di 5 successi consecutivi contro Bologna (1 con Pesaro, 3 con Cantù, 1 con Sassari). Gli ex: Gazzotti-Vitali.

Curiosità – Virtus-Portannese, contratto sospeso. La nota ufficiale appare sul sito ufficiale nella sera di martedì 16 dicembre. “Si comunica che Virtus Pallacanestro e il giocatore Marco Portannese hanno deciso consensualmente di sospendere da oggi l’efficacia del contratto, che resta comunque in essere fino a nuova comunicazione della società. Il giocatore è stato quindi autorizzato a non partecipare alle attività della prima squadra”.

Come seguire l’incontro – La gara verrà trasmessa in diretta (ore 20.30) su www.gazzetta.it. La sfida valevole per l’undicesima giornata di serieABeko verrà riproposta in replica domenica (ore 23.15) e martedì (ore 16.30) sempre su Cremona1 (canale 211 del digitale terrestre).

Classifica e quadro completo della giornata 

giornata-1