Nationality
ita Italia
Position
Playmaker
Height
183
Weight
82
Current Team
Vanoli Cremona
Season: Media Gallery
“RUZZIER? SECONDO VOI L’HO PORTATO PERCHÉ È MIO NIPOTE? E’ UNO DEI TRE MIGLIORI PLAYMAKER VIVENTI IN ITALIA”.
Matteo Boniciolli, coach della Fortitudo e zio di Ruzzier, ospite alla trasmissione tv Sport Club il 18/1/2017

BIO
Nato il 9 febbraio 1993 a Trieste, Michele Ruzzier, detto “Ruz”, è figlio di Moreno e Monica, ha un fratello minore, Giacomo, ed ha iniziato a giocare a pallacanestro all’età di quattro anni e mezzo presso il Centro Minibasket Arcobaleno della sua città natale. Alto 185 centimetri per 80 chilogrammi di peso, dalla scorsa stagione è il playmaker della Vanoli Basket.

LE GIOVANILI
La sua crescita cestistica si sviluppa nell’Azzurra Trieste, società dedita esclusivamente al settore giovanile. Il 2010 però è l’anno della svolta con il passaggio alla Pallacanestro Trieste. Un anno di giovanili e poi, nel 2011, l’esordio in prima squadra in A Dilettanti nella trasferta di Castelletto Ticino. 6 partite per lui in questa prima stagione ma con una media di oltre 25 minuti in campo.

TRIESTE E LA PROMOZIONE IN LEGADUE
Nella seconda stagione disputata nella prima società della sua città conferma il suo minutaggio entrando stabilmente nelle rotazioni ed è figura fondamentale nel roster che conquista la promozione in LegaDue battendo in finale la Pallacanestro Chieti. Per lui oltre 21 minuti di media e 8.1 punti, alternandosi con il capitano Marco Carra in cabina di regia nelle 33 partite disputate. Anche in Legadue, nella stagione 2012-2013, contribuisce alla salvezza della società triestina con oltre 6 punti di media e 1.5 assist nei 20 minuti di utilizzo medio. Ancora una stagione in LegaDue nella sua città per poi spiccare il volo verso la massima serie.

LA SERIE A TRA ANDATA E RITORNO
È l’Umana Reyer Venezia che si assicura le sue prestazioni e lo mette sotto contratto. Gioca due stagioni in laguna e in 82 partite a referto le sue medie rimangono costanti. “Ruz” segna infatti 2.3 punti (2.4 il primo anno) e 1.5 assist (1.6 la prima stagione) di media a gara in 11.9 minuti di utilizzo (12.6 il primo anno). Alla fine della seconda stagione Venezia decide di cedere Michele in prestito in LegaDue alla Fortitudo Pallacanestro Bologna. Qui gli infortuni, lo perseguitano per tutto il campionato, non dandogli di fatto la possibilità di giocare con continuità in una stagione dove la squadra vince la Supercoppa LNP 2016 e si ferma solo in finale promozione, battuta da Brescia. Il rilancio ha il nome della Vanoli Cremona che, nell’estate successiva alla retrocessione, lo vuole come playmaker a completare un super reparto di regia con Travis Diener. La riammissione di Cremona alla massima serie dà modo anche a Ruzzier di riproporsi nel massimo palcoscenico nazionale con una stagione da 18.2 minuti di utilizzo medio con 4.8 punti, 2.4 assist e il 60% dal campo e un high di 15 punti (eguagliato in questa stagione nell’ultima partita casalinga contro Sassari) e 7 assist (anch’esso eguagliato in questa stagione contro Trento alla prima giornata). Anche nella stagione 2018-2019 riparte all’ombra del Torrazzo agli ordini ci coach Meo Sacchetti.

LA NAZIONALE
Da molti anni nel giro delle squadre nazionali, Michele Ruzzier vanta il titolo di campione europeo under 20 conquistato nel 2013 in Estonia con la Nazionale guidata in panchina da Pino Sacripanti. Gli azzurri battono in finale 67-60 la forte Lettonia e “Ruz”, in quella partita, è il migliore dei suoi negli assist. Nel 2018 viene convocato da Coach Meo Sacchetti, insieme al compagno di squadra Pippo Ricci, in Nazionale sperimentale.