E’ la Carpegna Prosciutto Pesaro ad aggiudicarsi con il punteggio di 84-88 la sfida serale del PalaRadi. La Vanoli Cremona non riesce a venire a capo di una partita che l’ha vista costantemente di rincorsa se non per qualche minuto del secondo quarto. Sono le tante palle perse e una difesa poco efficace a condannare i biancoblu. Cremona paga anche le assenze di Poeta e Sanogo alle quali si è aggiunta quella di  McNeace, costretto a lasciare il campo dopo una manciata di minuti del terzo quarto.

LA CRONACA – La Vanoli parte con due palle perse e una stoppata subita per il 4-0 Pesaro. Poi si mettono in luce i due più giovani in campo, Moretti e Spagnolo, che si rispondono colpo su colpo. La tripla di Larson spaia il punteggio alla fine di un primo quarto comunque equilibrato (18-19). Nel secondo parziale è Harris con 8 punti che prova a dare la scossa a Cremona, con il massimo vantaggio sul 28-22, ma Jones e Sanford riportano sotto Pesaro e il primo tempo si conclude in perfetta parità (38-38). In avvio di terzo quarto Cremona perde McNeace per infortunio e si trova costretta a giocare sino alla fine senza centri. Gli ospiti ne approfittano trovando con continuità Jones sotto canestro e scappano sino al 56-63 del 30′. La Vanoli, a inizio ultimo quarto, si ritrova anche in doppia cifra di svantaggio ma con orgoglio e grazie alle iniziative di Spagnolo, Cournooh e Miller prova a rientrare. La rimonta si ferma al meno due (74-76) poi i liberi (4) sbagliati dai biancoblu e i canestri di Sanford e Moretti mettono in sicurezza il punteggio per gli ospiti. La tripla di Spagnolo regala ancora un’ultima speranza (84-87) ma il libero di Larson chiude i giochi. Finisce 84-88.

I PROTAGONISTI – Cremona ha in Harris il suo miglior marcatore con 20. In doppia cifra anche Spagnolo con 19 e 4 assist, Tinkle con 15 e Miller con 14. Pesaro cavalca bene un Jones che va in doppia doppia con 23 punti e 11 rimbalzi oltre a 3 stoppate e 4 assist per 36 di valutazione finale. Sanford e Delfino ne mettono 18 a testa e Moretti ne segna 14 con 5 assist.

IL DATO – Cremona, complice la mancanza di lunghi in campo, va sotto a rimbalzo fermandosi a 28 e concedendone 36 agli ospiti. Pesaro sfrutta bene il gioco interno tirando con il 61.0% (25/41) contro il 50.0% biancoblu. Le 11 triple segnate non bastano alla Vanoli che si ferma al 71.4% ai liberi (15/21).

IL MOMENTO CHIAVE – Il terzo quarto, complice anche l’infortunio di McNeace, vede Pesaro prendere il sopravvento. Cremona tenta di rientrare con l’orgoglio e con i quintetti piccoli messi in campo da coach Galbiati. La rimonta però non si concretizza e nel finale la tripla di Sanford e i punti di Moretti regalano la vittoria agli ospiti.

Foto: Checchi/CiamilloCastoria