Pesaro completa la rimonta, passa 80 a 73 al PalaRadi e condanna la Vanoli ad una nuova sconfitta dopo quella di sette giorni fa sul parquet dell’Acea Roma. Nonostante l’assenza di Cameron Clark, la truppa di Pancotto ha un ottimo avvio con super Gazzotti, Cusin, Vitali e Bell ottimi a rispondere alle incursioni di Reddic e compagni.  Le difficoltà a cavallo tra primo e secondo periodo vengono brillantemente superate grazie alla verve di un brillante Luca Vitali, ma l’incubo si concretizza però nella ripresa con Ross e Musso che salgono letteralmente in cattedra in fase offensiva. I dieci minuti conclusivi sono vibranti, Cremona ci prova ma poi si smarrisce sotto i colpi di un Reddic da 30 di valutazione.

 PRIMO QUARTO (24-17):

Palla a due vinta da Pesaro che sbaglia la prima conclusione con Williams. Hayes fallisce l’appoggio in penetrazione, Wally non va con il piazzato e così è James Bell ad aprire ufficialmente le danze e a dare il via allo spettacolo dell’iniziativa ‘Teddy Bear Toss”. Dopo attimi di pura emozione con il parquet del PalaRadi ricoperto di peluche, la gara riprende con i biancorossi che commettono un’infrazione di otto secondi. Marco Cusin pesca il fallo e realizza a centro area, Judge non trova il fondo della retina e poco dopo protagonista è ancora Cusin con il tiro in allontanamento.  Musso prova a suonare la carica per i suoi, ma Gazzotti fissa il punteggio sul momentaneo 8 a 2, costringendo così coach Dell’Agnello all’immediato time out. I marchigiani sembrano aver le polveri bagnate, la Vanoli ne approfitta e prova l’allungo grazie al 2/2 dalla lunetta di Bell ed al canestro numero 2000 di capitan Vitali. Reddic inchioda la schiacciata, Gazzotti infila la bomba e sul finire di quarto Ross prova a mettersi in ritmo con un’acrobazia fronte a canestro. Gazzotti è super ed infila la tripla, Reddic non molla un centimetro sotto le plance, poi Jazzmar Ferguson fa esplodere il palazzo con la tripla e Crow sigilla il punteggio sul 24 a 17 Cremona.

*Tabellino:

Vanoli Basket Cremona: Campani, Hayes, Gazzotti 10, Vitali 2, Mian, Ariazzi, Ferguson 3, Mei, Cusin 4, Bell 5. All. Pancotto.

Consultinvest Pesaro: Ross 2, Williams, Basile, Musso 7, Caverni, Judge 2, Crow 2, Reddic 4, Tortù, Raspino. All. Dell’Agnello.

 SECONDO QUARTO (47-36):

L’avvio di secondo periodo è tutto di marca Pesarese con LaQuinton Ross che si inventa i primi due punti, prima del recupero con canestro da tre punti di Basile e della schiacciata in transizione di Reddic che vale il 24 pari del 12′. Coach Pancotto richiama all’attenzione i suoi che reagiscono disegnando un controparziale con Campani (2/2 dopo l’antisportivo di Ross), Hayes e Ferguson che non trema dall’angolo (31-24). Reddic si conferma giocatore temibile nel pitturato, Vitali ne mette a referto altri due, poi Reddic e lo stesso Vitali danno vita ad un vibrante duello che caratterizza la fase centrale del match. Ancora il capitano cremonese con il piazzato e l’assist per Bell, prima della risposta dalla lunetta e in contropiede targata Bernardo Musso. Cusin stoppa Reddic che poi è abile a correggere, Gazzotti ha uno spiccato senso della posizione, anche se le ultime emozioni prima della sirena portano la firma del tandem Vitali-Cusin: il capitano cremonese punge con la tripla frontale, mentre il centro della nazionale corregge allo scadere il tiro di Hayes (47-36).

*Tabellino:

Vanoli Basket Cremona: Campani 2, Hayes 3, Gazzotti 12, Vitali 11, Mian, Ariazzi, Ferguson 6, Mei, Cusin 6, Bell 7. All. Pancotto.

Consultinvest Pesaro: Ross 4, Williams 2, Basile 3, Musso 11, Caverni, Judge 2, Crow 2, Reddic 12, Tortù, Raspino. All. Dell’Agnello.

 TERZO QUARTO (60-59):

Un LaQuinton Ross sin qui al di sotto delle aspettative realizza il primo canestro della ripresa, Gazzotti commette il suo secondo fallo, poi Musso trasforma un solo libero per il nuovo meno 7 Pesaro. Chi invece continua ad avere la mano incandescente è Luca Vitali che prosegue con il suo personale show balistico. Ross è rientrato con la faccia delle grandi occasioni, segna la seconda tripla consecutiva e dopo una banale infrazione laterale Pancotto decide di scambiare due parole con i suoi. Il minuto di sospensione non sembra interrompere però la vena realizzativa di Ross (49-45) e, nonostante un glaciale Hayes ai liberi, sono i soliti noti Ross e Musso ad innescare l’ennesimo tentativo di rimonta ospite. Hayes pesca il jolly dalla lunga distanza, Musso concretizza la rimonta completando il sorpasso, poi James Bell da tre prova a cambiare nuovamente l’inerzia della gara. L’equilibrio torna a regnare sul parquet con Bell e capitan Musso a guidare gli attacchi: nonostante le buone giocate dei due, nelle successive azioni errori al tiro e disattenzioni proiettano le squadre all’ultimo mini riposo sul punteggio di 60 a 59.

*Tabellino:

Vanoli Basket Cremona: Campani 2, Hayes 7, Gazzotti 12, Vitali 13, Mian, Ariazzi, Ferguson 7, Mei, Cusin 6, Bell 13. All. Pancotto.

Consultinvest Pesaro: Ross 14, Williams 5, Basile 3, Musso 19, Caverni, Judge 4, Crow 2, Reddic 12, Tortù, Raspino. All. Dell’Agnello.

 QUARTO QUARTO (73-80):

Divise da un solo punto, a dieci minuti dal termine per Vanoli e VL Pesaro è praticamente tutto da rifare. Vitali trasforma un solo libero, l’inesauribile Musso pareggia, poi ancora errori da ambo le parti prima che Reddic riesca a metterci lo zampino del 64 a 61 Consultinvest. I padroni di casa alzano di nuovo il ritmo, ma Bell lanciato in contropiede non riesce a controllare la sfera, fallendo così una buona occasione. Terminato il time out, Reddic segna e poi stoppa Bell, Vitali (4° fallo) frana su Crow che manda a bersaglio le 3 conclusioni dalla linea della carità. Fuori Ferguson, dentro Mian e in un attimo Williams commette quarto e quinto fallo di serata, anche se Reddic non perdona e porta Pesaro sulla doppia cifra di vantaggio. La Vanoli è in rottura prolungata, in difesa regge con Cusin ma nella metà campo offensiva, dopo cinque minuti, riesce a confezionare un solo punto. A riaccendere la sfida ci pensano Luca Vitali, vero faro guida della squadra, e James Bell. Musso appoggia al vetro, la palla di Vitali danza sul ferro, poi un discutibile fischio sancisce il quinto fallo dello stesso numero (tecnico). Cusin e Reddic mostrano i muscoli e piazzano due stoppate, Ferguson è ‘on fire’ ed esalta il pubblico del PalaRadi con due pazzesche triple consecutive (73-76 con 1:30 sul cronometro). Musso commette passi, Bell spara da casa sua ma trova solo il rimbalzo d’energia di Cusin. Il centro fallisce entrambi i liberi, Ross segna cadendo indietro e sugli errori di Ferguson e Hayes si scrive la parola fine sulla partita.

*Tabellino:

Vanoli Basket Cremona: Campani 2, Hayes 7, Gazzotti 12, Vitali 17, Mian, Ariazzi, Ferguson 13, Mei, Cusin 6, Bell 16. All. Pancotto.

Consultinvest Pesaro: Ross 19, Williams 5, Basile 4, Musso 23, Caverni, Judge 5, Crow 5, Reddic 19, Tortù, Raspino. All. Dell’Agnello.

Il tabellino completo.