“Voglio partire dalle ultime due settimane di lavoro, in cui la squadra si è allenata molto duramente per arrivare pronta a questo ultimo scorcio di campionato di 11 partite che, come avevo detto al termine della partita con Torino, per noi sono 11 finali, a maggior ragione partite come questa con Venezia perché la giochiamo in casa nostra”

“Giochiamo contro una delle migliori squadre del campionato, che è terza in classifica e che ha come obiettivo di arrivare nelle prime quattro e quindi contendere il titolo a Milano. Una squadra che si è rinforzata ulteriormente con un giocatore dell’esperienza e del peso di Esteban Batista, a testimonianza di come abbia un obiettivo importante quale competere per la vittoria del campionato”

“Mi aspetto una partita difficile, perché quando giochi contro squadre con un roster come quello di Venezia, fatto da giocatori di grande esperienza europea come Haynes, Bramos, Viggiano, Ortner, Ress e due nostre conoscenze nonché giocatori molto importanti come Peric e McGee, devi alzare il livello di attenzione e compiere il minor numero possibile di errori, e soprattutto non trascinare per un lungo periodo i momenti di difficoltà che sicuramente ci saranno”

“L’aspetto più importante sarà quello di limitare il potenziale offensivo: dobbiamo partire dalla nostra difesa, che ci dà la sicurezza e la forza per attaccare in maniera più tranquilla. Dovremo essere capaci di superare i momenti di difficoltà che ci saranno contro una squadra così tattica, che cambia difese anche nel corso dell’azione, e a non farci sorprendere per non smettere di attaccare sfruttando le nostre caratteristiche”

“Vogliamo correre, a maggiore ragione dopo l’arrivo di Darius Johnson-Odom, un play che vuole attaccare, che è capace di creare per sé e per gli altri e che di recente abbiamo inserito sempre più nei nostri meccanismi. E devo ringraziare ancora una volta la società che tempestivamente mi ha messo a disposizione un giocatore come Ibarra, che ci servirà per alzare la qualità degli allenamenti e dare qualche minuto di riposo a DJO e Matt”.

“Abbiamo bisogno del contributo di tutti, la nostra è una squadra che deve fare dell’aggressività e dell’energia le sue armi in più, soprattutto contro squadre che hanno più esperienza. Mi aspetto anche un pubblico caldo, che ci sostenga e spinga per portare a casa una partita importantissima per quello che è il nostro obiettivo salvezza”

Ufficio stampa
Vanoli Basket