VANOLI_prepartita_OGGIbrAnticipo della sesta giornata di ritorno dal sapore d’alta classifica per Enel Brindisi e Vanoli Basket Cremona. In diretta su GazzettaTV e gazzetta.it, dalle 20.30 lo spettacolo del grande basket sarà di scena al PalaPentassuglia dove ad infiammare il parquet saranno il talento e l’energia dei protagonisti di questa nuova appassionante sfida. Dopo una striscia di quattro risultati negativi consecutivi, la Vanoli è in netta ripresa grazie alle vittorie conquistate con Capo d’Orlando e Caserta. Umore opposto per Brindisi che invece si è distinta nel 18esimo turno superando Sassari, salvo poi cedere il passo per due volte, prima a Trento e poi al Taliercio di Venezia. Parole e previsioni si azzerano nel momento della palla a due: Cremona va per la conferma, Brindisi è in cerca di riscatto e quindi tutto può succedere. Che sia vittoria o sconfitta, come sempre il grido all’ombra del Torrazzo rimane il medesimo, quindi ‘Forza ragazzi’!

Il momento dell’avversario – Sesta in campionato con 22 punti (al pari di Trento), l’Enel si è imposta anche con l’Energia Targu Jiu (Romania) conquistando in questo modo il passaggio del turno in Eurochallenge. Tornando al percorso sin qui intrapreso in SerieABeko, la formazione biancoazzurra è reduce da due insuccessi esterni consecutivi, rispettivamente a Trento (95-83) e con Venezia (76-71, dopo la vittoria pugliese per 80 a 70 nei quarti di finale di Coppa Italia). La NBB ha segnato più punti e subito meno canestri rispetto a Cremona: i numeri raccontano che sono 1533 i realizzati e 1492 i concessi con una differenza positiva di 41, mentre il termine di paragone con i lombardi è presto fatto (1517-1522), con differenza negativa di 5 punti. In media 76.7 sono i segnati e 74.6 i concessi (Cremona 75.9 e 76.1), mentre il rendimento complessivo rimane costante con 6 vittorie su 10 in casa e 5 successi su 10 nelle sfide lontano dal PalaPentassuglia. Interessante anche il dato relativo alle percentuali al tiro: Brindisi tira con il 52.5 da due, il 32 da tre e il 71.4 ai liberi contro il 49.1 da due, il 31.5 dalla lunga distanza e il 79.8 dalla lunetta della Vanoli.

All’andata, andò così… Vanoli Basket Cremona – Enel Brindisi  87-72 (17/11/2014)
L’immagine di giocatori e membri dello staff festanti a centrocampo racchiude significati ed emozioni della prima vittoria casalinga di questo 2014 per la Vanoli Basket Cremona! Il primo sorriso al PalaRadi arriva al termine di una prestazione maiuscola, dove con caparbietà ed attenzione si è confezionato un importante successo contro una formazione quotata come l’Enel Brindisi (87-72). Una partita emozionante e ricca di giocate spettacolari ha premiato la formazione cremonese: oltre che tatticamente, la squadra ha vinto questa particolare sfida grazie a continuità ed aggressività difensiva, i due ingredienti richiesti alla vigilia da coach Pancotto. I biancoblu hanno sfoderato un primo tempo stellare, hanno resistito alla rimonta ospite del terzo quarto, per poi azzannare alla giugulare la partita nel momento decisivo. Il piano gara, poi, ha decisamente pagato con gli scarichi sugli angoli garantiti dal costante raddoppio sul portatore palla. Ivanov e Simmons nel pitturato e Bulleri e Denmon sul perimetro hanno creato dei grattacapi, ma Vitali e compagni sono rimasti sul pezzo sino al quarantesimo. La Vanoli esce così tra gli applausi del proprio pubblico, aggiungendo ancora una volta il proprio mattoncino a questo esaltante inizio di stagione.

Stagione 2013/2014 –  Il secondo campionato consecutivo nella massima serie coincide con una stagione straordinaria per la formazione del confermato coach Piero Bucchi. In estate la squadra del presidente Fernando Marino si rinforza con il playmaker Jerome Dyson (breve esperienza in NBA e in arrivo dall’Hapoel Holon), con la guardia ex Antalya BŞB (Turchia) e Brujos de Guayama (Porto Rico, solo play-off) Ron Lewis e si affida alle giocate di Delroy James, alla sua seconda esperienza consecutiva in Italia dopo la stagione in Lega Due a Ferentino, e dell’ala Michael Snaer, alla prima esperienza da professionista dopo i titoli e l’esperienza collegiale con i Florida State. In Puglia anche il pivot Akinlou Akingbala, tagliato poco dopo causa una scarsa condizione fisica e sostituito con Alade Aminu (che poi rescinde), mentre a completare il roster vi sono l’ala bosniaca Miroslav Todić (Chimik Južnyj, Ucraina) e la guardia Folarin Campbell (Ventspils, Lettonia). Confermato Massimo Bulleri in cabina di regia, rimangono in terra brindisina anche l’ala grande classe ’88 Andrea Zerini e l’ex Triboldi Cremona Matteo Formenti. Sono diversi i cambi in corsa: rescisso Aminu ed acquistato David Chiotti, la società piazza il colpo Josh Jackson, salvo poi rafforzare la rosa con Michael Umeh, giocatore tesserato per sostituire Bulleri (infortunato) e lo stesso Jackson. Una prima parte di stagione da record permette all’Enel di mandare in archivio una delle annate più esaltanti di sempre. Per la prima volta nella storia del New Basket Brindisi, la squadra si laurea campione d’inverno: dopo il successo contro l’EA7 Milano e la sconfitta con Roma, Dyson e compagni inanellano sei risultati utili consecutivi (Cremona, Venezia, Reggio Emilia, Varese, Caserta e Cantù), prima di perdere nuovamente in trasferta contro la Granarolo Bologna. Dopo la prima sconfitta casalinga (all’11esima giornata con la Sutor), si registra la vittoria con Siena, la rimonta e l’overtime con Pesaro e la netta affermazione con Sassari. Presente alle Final Eight come testa di serie, l’Enel vince con Venezia (83-70), salvo poi arrendersi in semifinale con Siena (80-89). Nel girone di ritorno arriva il calo anche se, grazie alla quinta posizione della stagione regolare (record di punti in Serie A), tra l’estasi dei tifosi arriva l’accesso ai play-off scudetto. Avendo perso il fattore campo nell’ultima gara di campionato, Brindisi va a giocarsi le prime due gare dei quarti di finale in Sardegna e solo con l’82 a 75 in favore dei sardi in gara 3, si spengono le speranze della truppa di Bucchi. Oltre che il terzo campionato filato in serieABeko, la Stagione 2014-15 vedrà lo storico debutto in Europa (EuroChallenge).

Roster Enel Brindisi 2014/2015 

brin

Terzo anno in panchina per l’ex Armani Milano Piero Bucchi, ma rivoluzione tattica con solo capitan Massimo Bulleri, Delroy James e Andrea Zerini confermati. Inserita nel gruppo A dell’EuroChallenge insieme a Södertälje BK (SWE), Ratiopharm Ulm (GER), SPM Shoeters (NER), l’Enel si rinforza con la guardia USA Demonte Harper (Tsmoki Minsk) , il play ex Fortitudo Bologna e Siena David Reginald Cournooh, la guardia brindisina Matteo De Gennaro e con Marcus Denmon, giocatore duttile lo scorso anno visto a Bursa (Turchia). Dardi in faretra anche il giovane Francesco Morciano, l’ex Pesaro e Chalon Elston Turner ed i centri James Mays (Llamados) e Dejan Ivanov (Estudiantes Madrid, ora a Caserta). A novembre il play/guardia giamaicano Sek Henry passa a Capo d’Orlando, mentre dopo l’annata 2012-2013 ed il trasferimento all’Olympiacos, lo statunitense naturalizzato bulgaro Cedric Simmons torna a Brindisi in data 11 novembre 2014, debuttando titolare in quintetto proprio nella successiva gara al PalaRadi. In rosa dal 15 novembre anche  Jacob Pullen, play classe ’89 con passato in Italia con le casacche di Biella e Virtus Bologna che ha iniziato la stagione a Siviglia. A completare lo scacchiere a disposizione di Bucchi, infine, anche il centro nigeriano classe ‘88 Eric Michael (tesserato il 19 dicembre 2014).

Come seguire l’incontro – La gara verrà trasmessa in diretta (ore 20.30) su GazzettaTV (canale 59 DTT) e Gazzetta.it. La sfida valevole per la sesta giornata di ritorno di serieABeko verrà riproposta in replica domenica (ore 23.30) e martedì (ore 16.30) su Cremona1 (canale 211 del DTT).

Classifica e quadro completo della giornata

class