Due partite da giocare al massimo. Ottanta minuti per continuare ad inseguire il sogno playoff. Quattromilaottocento secondi da vivere tutti d’un fiato. Si parte domenica, ore 20.30, con la quattordicesima giornata di ritorno di serieABeko che vedrà protagoniste Sidigas Scandone Avellino e Vanoli Basket Cremona. Al pari dei ragazzi di coach Pancotto, i campani arrivano da due ko consecutivi ma, a differenza nostra, non hanno più nulla da chiedere a questo campionato. Cremona si è ben comportata contro la seconda della classe Umana Reyer Venezia e con carattere ed intensità ha sfiorato l’impresa. Carattere ed intensità, appunto, fattori chiave che serviranno anche domenica sera al Pala del Mauro.
Impegni recenti – Tredicesima con 20 punti all’attivo, la Sidigas presenta una differenza canestri negativa di 70 punti data dal rapporto tra i 2126 segnati e i 2196 subiti. 75.9 è la media dei realizzati, 78.4 quella dei concessi a partita contro i 2142 fatti e i 2165 subiti da Cremona (differenza negativa di 23). La media biancoblu è invece di 76.5 a referto e 77.3 concessi. Analizzando l’andamento di Avellino notiamo che tra le mura del Pala del Mauro i biancoverdi concedono meno (76.5 contro gli 80.4 delle sfide in trasferta), pur realizzando meno (75.2 contro i 76.5 segnati lontano dal parquet amico). Banks e compagni sono reduci da due sconfitte consecutive, arrivate rispettivamente nel derby campano con Caserta (70-74) e per mano dell’Enel Brindisi (81-67) di coach Piero Bucchi (che domenica toccherà quota 600 partite allenate in Serie A, di cui 339 vinte).

All’andata andò così… Vanoli Basket Cremona vs Sidigas Scandone Avellino 88 – 81 (04/01/2015)

Parziali e tabellino: 19-26, 44-40, 63-64, 88-81.

Sidigas Scandone Avellino 2014/2015

roster-3

Se per potenzialità lo scorso anno ha rappresentato una vera delusione (12esima con 24 punti), la stagione 2014/2015 sta riportando nuovi sorrisi in casa Scandone. Con a dirigere le operazioni sempre coach Francesco Vitucci, la squadra appare più quadrata e compatta. Confermati il play Daniele Cavaliero ed il classe ’92 Ivan Morgillo, la Sidigas cambia volto con Riccardo Cortese (guardia, Pistoia), Luca Lechthaler (centro, Trento) e O.D. Anosike, pivot nigeriano lo scorso anno in forza a Pesaro e Strasburgo. Arrivano in Irpinia anche l’ala ungherese Adam Hanga, il centro italo-canadese Marc Trasolini da Pesaro, il play classe 1990 Junior Cadougan (Batumi, Georgia) e l’ala grande Justin Harper (Hapoel Tel Aviv). Talento e fisicità, infine, con Adrian Banks e Sundiata Gaines, rispettivamente guardia ex Varese e play giramondo reduce da una stagione passata tra le fila dei Guaiqueríes de Margarita, in Venezuela. Dopo il terzo ritorno in Irpinia del play Marques Green (dal 13/03/2015), è invece del 25 marzo il cambio in panchina con l’arrivo di  Fabrizio Frates come capo allenatore.

Classifica e quadro completo della giornata

giornata-1