Nulla da fare per la Vanoli sul campo di Varese. È l’Openjobmetis ad avere la meglio 90-78.

Rimane off limits per la Vanoli il campo della Openjobmetis Varese. All’Enerxenia Arena finisce 90-78 per i padroni di casa che controllano la partita sin dal primo quarto, aumentano il vantaggio a metà partita e bloccano sul nascere ogni successivo tentativo di Cremona di rientrare.

LA CRONACA – Primo quarto che va a strappi per entrambe le squadre. Varese esce bene dal time out, chiamato dopo il 4-0 Vanoli, e sfrutta la vena di Sorokas e Keene per chiudere al 10’ sul punteggio di 27-23. Nel secondo quarto il copione si ripete con la Vanoli che, con Harris e Tinkle, risponde ai canestri di Varese. I padroni di casa mantengono comunque il vantaggio e lo portano in doppia cifra proprio sulla sirena (48-38). Alla ripresa del gioco la Vanoli prova a rientrare in partita, prima con la tripla di Tinkle e poi sull’asse Poeta – Dime, arrivando sino al meno 4. Varese trova però in Vene il punto di riferimento offensivo per mantenere inalterato il vantaggio al 30’ (68-57). Anche all’inizio dell’ultimo quarto è sempre l’intesa tra Poeta e Dime a permettere a Cremona di crederci ancora ma, dall’altra parte, Varese è brava a mantenere costante la sua produzione offensiva. Le iniziative di Woldetensae e Keene fanno male alla Vanoli e mantengono i padroni di casa in doppia cifra di vantaggio sino al termine. Finisce 90-78.

I PROTAGONISTI – Cremona ha in Tinkle il marcatore più prolifico con 20 punti ma il migliore è Dime con 18 punti, 6 rimbalzi e 3 stoppate per 29 di valutazione. Sono 18 i punti anche per Harris e 10 per Pecchia. Capitan Poeta ne segna 4 con 10 assist. Varese cavalca, quarto dopo quarto, diversi giocatori; prima Sorokas che chiude con 19 punti e 6 rimbalzi, poi Vene che ne scrive 14 con 9 rimbalzi, infine Keene che si ferma a 12 con 5 assist. Il migliore, lungo tutta la partita, è però Woldetensae con 21 punti, 7 rimbalzi e 3 assist con 4/5 da tre per 29 di valutazione finale.

IL DATO – Varese alza il numero dei possessi anche grazie ai 41 rimbalzi (11 offensivi) contro i 32 di Cremona, tirando di più e meglio dal campo (35/73 contro 26/59). Cremona va il doppio delle volte in lunetta (20/25 contro 10/11) ma Varese segna 4 triple in più (10/29 contro 6/22).

IL MOMENTO CHIAVE – E’ il secondo quarto a dare il primo importante vantaggio a Varese che è poi brava a controllare e bloccare ogni tentativo di Cremona di riportarsi sotto.

Foto: Checchi/Ciamillo

Torna su