Nicola Akele è stato il primo ospite di “Basket & Co.”, il talk di Cremona 1 dedicato alla pallacanestro, condotto da Cristina Coppola e Alberto “Gege” Guarneri.

Nicola ha “esordito” domenica nella massima serie (aveva già militato nelle fila dell’Umana Reyer nel 2013/2014 da aggregato) contro la De’ Longhi Treviso, in una partita vinta di misura dalla Vanoli Basket. Proprio con Treviso l’ala biancoblu ha un legame particolare, essendo la sua città natale. Sugli spalti tutta la famiglia a sostenerlo.

Il mio esordio? Sono contento, credo di aver impattato bene la partita e messo il mio mattoncino per la vittoria. Ho margini di miglioramento e devo lavorare molto per riuscire ad aumentare il mio minutaggio.

A mio parere abbiamo giocato bene durante i 40 minuti, abbiamo rischiato nel finale con Logan che ha fatto dei canestri pazzeschi, ma l’abbiamo porta a casa e questo è l’importante. Una vittoria non era scontata: Treviso è una neo promossa ma è una buona squadra, con giocatori importanti, primo su tutti Logan. Sapevamo che era il terminale offensivo, abbiamo cercato di contenere le sue penetrazioni e i suoi tiri da fuori, non sempre ce l’abbiamo fatta ma abbiamo rimediato difendendo forte in post basso. In attacco non abbiamo avuto troppe difficoltà“.

Nicola era già stato allenato da Coach Sacchetti nella Nazionale Sperimentale: “Meo è sempre lo stesso, sia in Azzurro che con la Vanoli: mi trovo molto bene con lui, ti dà fiducia e sicurezza e ti sprona a provarci sempre senza la paura dell’errore; ci insegna a gettare il cuore oltre l’ostacolo. Sono a completa disposizione dello staff e corsa, rimbalzi ed energia sono le cose che posso dare alla squadra”.