Dopo le tre vittorie con Fortitudo Bologna, Trento e Trieste, la Vanoli Cremona torna a giocare in trasferta nella importante sfida in programma domenica 1 dicembre alle 20.15 alla Vitrifrigo Arena di Pesaro contro la Carpegna Prosciutto. Coach Meo Sacchetti ha inquadrato così la gara nella consueta conferenza stampa settimanale al PalaRadi:

Andiamo a giocare a Pesaro consapevoli dell’importanza che ha questa partita e sapendo che per noi non esistono partite facili. Ce ne sono di difficili e di più difficili ma, per il livello della nostra squadra, nessuna è facile. E la dimostrazione è stata la gara di domenica scorsa con Trieste. Abbiamo visto che se in campo abbiamo momenti in cui ci rilassiamo e manchiamo di aggressività, facciamo molta fatica. Speriamo di averlo capito.

Giochiamo contro una squadra che negli ultimi tempi ha dovuto fare i conti con degli infortuni e che sta recuperando alcuni giocatori, ma è sempre Pesaro, una società che ha fatto la storia della pallacanestro italiana vincendo due scudetti. Loro sanno, come del resto lo sappiamo noi per quanto ci riguarda, che ci sarà da soffrire fino alla fine per portare a casa la salvezza. Sarà una gara importante per entrambe.

Come già detto in altre occasioni, l’arrivo di Ethan Happ ci ha dato una bella spinta sia sotto l’aspetto dei risultati sia sotto l’aspetto dell’armonia che si è creata nel gruppo. Adesso giochiamo questa partita che ci dirà molto dell’atteggiamento della nostra squadra.

Abbiamo ancora fuori Travis Diener ma, per il resto, tutti gli altri sono arruolabili per la partita. Da tutti loro voglio l’atteggiamento giusto in campo. Un atteggiamento positivo come quello visto a Trento. Senza una bella presenza e una bella intensità non possiamo infatti sperare di vincere, soprattutto in trasferta.

Le tre vittorie è logico che ci abbiano portato entusiasmo e una maggiore consapevolezza dei nostri mezzi ma la strada è ancora lunga e non abbiamo ancora fatto nulla“.