Matteo Spagnolo si è presentato alla stampa presso la sede dell’Oleificio Zucchi

Continuano le presentazioni dei nuovi arrivati in casa Vanoli Basket Cremona. Oggi è stato il turno di Matteo Spagnolo, il giovane azzurro arrivato in prestito dal Real Madrid per disputare la sua prima stagione tra i professionisti. Nella sede dell’Oleificio Zucchi, eccellenza imprenditoriale del territorio a livello internazionale e Premium Sponsor della Vanoli Basket, Matteo è stato introdotto alla stampa dalle parole del padrone di casa Giovanni Zucchi e del General Manager biancoblu Flavio Portaluppi.

Giovanni Zucchi: “Siamo felici, anche quest’anno, di poter ospitare la presentazione di un giocatore della Vanoli, squadra che noi supportiamo con grande piacere e con passione. Siamo fiduciosi che anche in questa stagione, come nella scorsa, nonostante qualche piccola complicazione iniziale, le cose possano andare per il meglio e la squadra riesca a farci divertire”.

Flavio Portaluppi: “Ci tengo, a nome della Vanoli Basket, a ringraziare l’Oleificio Zucchi per il supporto e il sostegno che ormai da anni da al nostro progetto sportivo e per la disponibilità nell’ospitarci oggi nella propria azienda, in questa meravigliosa cantina. Presentiamo Matteo Spagnolo che è stato un nostro obiettivo anche nella precedente stagione. Un lungo inseguimento che abbiamo coronato quest’estate. È un giocatore che impareremo a scoprire giorno per giorno e partita dopo partita ma la prima impressione che ha dato sul campo, e anche fuori dal campo, per l’etica del lavoro che ha e per la persona che è, è assolutamente positiva. È un ragazzo di diciotto anni che nel nostro progetto di squadra abbiamo affiancato a Peppe Poeta che ha il doppio della sua età. Crediamo in questo modo di avere gioventù, talento e esperienza tali per poter coprire un ruolo importantissimo e strategico come quello del playmaker. Le qualità tecniche le ha già messe in mostra in questo precampionato e nella prima partita di stagione regolare ma è sicuramente chiamato a ulteriori passi avanti nella sua crescita cestistica”.

“E’ il mio primo vero anno da professionista – queste le prime parole del nuovo playmaker della Vanoli – e la verità è che non potrei essere più felice di trovarmi in questa situazione. In questo ambiente fantastico sono stato accolto e vengo accolto tutti i giorni in una maniera spettacolare sia dai compagni che dallo staff. Questo mi rende fiducioso che la squadra riuscirà a fare un’ottima stagione e a divertirsi in campo.

Ci sono tanti giovani interessanti in questo campionato ma, indipendentemente dall’età, credo che per ciascuno la cosa importante sia la voglia continua di migliorarsi. La Lega è sicuramente molto competitiva, me ne sono accorto sia in precampionato che nella prima partita; cercherò per questo di fare dei passi in avanti aggiungendo sempre qualcosa alle mie caratteristiche, sia per aiutare il mio gioco ma soprattutto per aiutare quello della squadra. Per quanto mi riguarda so di avere la possibilità di realizzare dei punti ma sono anche in grado di coinvolgere i compagni e in un contesto come il nostro, dove ci sono tanti realizzatori, la cosa fondamentale sarà trovare il giusto equilibrio e il giusto flow tra di noi per divertirci in campo. Questa è sicuramente la chiave per arrivare alla vittoria.

Sono contento di poter giocare con Peppe Poeta e David Cournooh con cui ho un grande rapporto. Sono un po’ i miei mentori e tutto ciò che mi dicono cerco di assimilarlo, in ogni minimo dettaglio. In generale poi non ho mai avuto problemi a integrarmi in un gruppo, sia con quelli più grandi di me che con i ragazzi della mia età; inoltre qui a Cremona ho ritrovato anche Destiny Agbamu che conosco sin dai tempi della Stella Azzurra e questo mi ha fatto molto piacere“.

Torna su