“Si trattava di un derby, e si sa che i derby sono partite a sè”. Mangok Mathiang la sfida con la Germani Brescia l’ha sentita, se l’è goduta, e l’ha anche decisa, con l’ennesima doppia doppia della stagione. L’undicesima, per l’esattezza, uno dei tanti record che sta abbattendo nella storia della Vanoli.

“Non poteva essere chiusa così in fretta nonostante un nostro buon primo tempo e i 21 punti di vantaggio – ha detto Mango, ospite alla trasmissione Basket & Co. su Cremona 1 Tv -. Nel secondo tempo Brescia ha stretto le maglie difensive ma ancora una volta, quando ci siamo trovati punto a punto, è uscita la forza di questo gruppo e siamo riusciti a vincere, nonostante sembrasse che l’inerzia e il pubblico fossero dalla parte di Brescia”.

Autore di dodici punti e dieci rimbalzi per 24 di valutazione, Mathiang è protagonista di una crescita notevole da inizio stagione, al punto da riscrivere record su record: con 244 rimbalzi totali, 95 offensivi  e 11 doppie-doppie ha superato i record stagionali di Andrija Stipanovic, con 37 schiacciate quello di Biligha e Tashawn Thomas. “Ma è difficile parlare dei singoli e scegliere il migliore, perché ognuno di noi ha contribuito alla vittoria come sempre. Abbiamo giocato tutti bene. I record? Non ci penso. Penso solo che sono migliorato dall’inizio di stagione e questo lo devo soprattutto al coach e ai compagni che mi mettono nelle condizioni di poter far bene in attacco. E che voglio migliorare ancora”.

Sabato arriva Brindisi, avversaria nella storica finale che ha consegnato la Coppa Italia ai biancoblu ed ora per il 3° posto in classifica. “Mi piace come squadra, giocano bene e sono uniti. Non a caso stanno facendo molto bene quest’anno. Dovremo fare attenzione a loro. Mi piace John Brown, gioca con molta passione e cuore, è bello che stia smentendo le voci di coloro che dicevano che non era all’altezza del campionato”.