Il PalA2A di Masnago resta tabù per la Vanoli che viene sconfitta 89-79 dalla Openjobmetis al termine di un incontro che Varese ha controllato fin dal primo quarto rintuzzando poi ogni tentativo dei biancoblu di rientrare nel punteggio. Il primo parziale vede i padroni di casa prendere un vantaggio di sette punti grazie al 6/8 da due punti e ai sei rimbalzi offensivi. Cremona, che perde Ruzzier dopo sei minuti per uno scontro di gioco con Larson, trova in Johnson-Odom il terminale per limitare i danni; 10 punti per lui nel quarto che si conclude 24-17. Nel secondo quarto Varese scappa per la prima volta in doppia cifra di vantaggio (34-24) ma la Vanoli riesce a restare in partita grazie a Drake Diener che realizza 13 punti con 3/4 da tre e 2/2 da due. Si va all’intervallo, con scarto invariato, sul punteggio di 47-40. L’inizio della ripresa vede la Vanoli  provare con decisione a rientrare. Il tentativo si ferma però sul meno tre (49-46). Qui Varese piazza il parziale che si rivelerà decisivo ai fini del risultato finale. Okoye, Avramovic e Vene confezionano un break di 10-0 che riporta l’Openjobmetis avanti di 13 punti. Si chiude alla terza sirena sul punteggio di 69-60 grazie alle due triple di DJO e Ricci che fanno rientrare il passivo sotto la doppia cifra. Ma nel quarto parziale Varese riparte subito forte segnando con continuità e negando canestri facili ai biancoblu. I padroni di casa arrivano ad avere anche 14 punti di vantaggio (72-68) che si riducono sul finale grazie a un paio di palle recuperate convertite da Martin e da Drake Diener. Finisce 89-79.

I PROTAGONISTI – Darius Johnson-Odom è il miglior marcatore della Vanoli con 23 punti in 28 minuti a cui aggiunge 9 falli subiti. Drake Diener ne mette 18 con 5 rimbalzi, Martin 12 con 6 rimbalzi e MIlbourne 10 con 8 rimbalzi (migliore dei bianco blu in questo fondamentale). Varese ha 22 punti e 7 rimbalzi da un ottimo Okoye ma trova in Vene l’MVP silenzioso dell’incontro. 17 per lui con 5/5 da due e 2/5 da tre oltre a 6 rimbalzi, 1 stoppata e 4 assist. Avramovic va in doppia cifra con 17 così come Larson (13 con 5 assist).

IL DATO – Cremona va sotto a rimbalzo 45-37 lasciandone 14 offensivi all’Openjobmetis. Tira meglio da tre (37.9% contro il 30.6% di Varese) ma si trova davanti una squadra che tira con il 63.6% da due (Cremona si ferma al 50.0%). I biancoblu pagano inoltre le cattive percentuali dalla linea della carità. Ben 9 gli errori dalla lunetta (10/19, 52.6%) per una squadra che tirava con il 78.4% prima di questa partita.

IL MOMENTO CHIAVE – Fin dal primo quarto la difesa aggressiva di Varese prova ad indirizzare l’incontro ma è il parziale di 10-0 a metà terzo quarto che mette in discesa la strada per i padroni di casa, bravi poi a controllare sino al termine.