Vanoli Basket Cremona comunica la firma, per la stagione 2021/2022, dell’atleta statunitense Malcolm Miller.

Ala di 201 centimetri per 95 chilogrammi di peso, Malcolm è nato il 6 marzo 1993 a Laytonsville nel Maryland.

Frequenta la scuola superiore a Gaithersburg, nel suo stato natale, agli ordini del capo allenatore Kevin Parrish. Nominato, negli ultimi due anni, capitano della squadra, conclude la sua stagione da junior con una media di 9,0 punti, 3,7 rimbalzi e 3,3 stoppate, mentre quella da senior con medie di 13,1 punti, 7,5 rimbalzi, 2,8 assist, 2,6 stoppate e 1,4 recuperi a partita.

Svolge poi il quadriennio universitario al College di Holy Cross, a Worchester, Massachusetts. Con la maglia viola dei Crusaders gioca una prima stagione da 21 partite a 2.4 punti e 2.3 rimbalzi a gara. Migliora, nel suo anno da sophomore, portando le sue medie a 5.7 punti e 5.4 rimbalzi in 27 incontri ma è dal terzo anno che le sue cifre si alzano sensibilmente. Nelle 31 partite della stagione 2013/2014 va in doppia cifra per media punti con 10.8 a cui aggiunge 5.5 rimbalzi, 2.1 assist e 1.8 stoppate, tirando con il 49.4% dal campo e il 40.0% da tre. Nel suo ultimo anno in Patriot League si conferma con 13.5 punti, 4.7 rimbalzi, 1.3 assist e 1.7 stoppate a gara.

Non scelto al draft 2015 gioca in Summer League con Boston sia a Orlando che a Las Vegas.

Rilasciato dai Celtics il 15 ottobre, si sposta per il resto della stagione ai Maine Red Claws in D-League, con i quali scende in campo 47 volte chiudendo a 12.4 punti, 4.2 rimbalzi, 1.2 assist e 1.3 stoppate, con il 60% dal campo e il 39.8% da oltre l’arco.

Durante l’estate 2016 partecipa nuovamente, con la maglia di Boston, sia alla Summer League di Orlando sia a quella di Las Vegas, per poi firmare in Germania con l’Alba Berlino. In Bundesliga sono 7.0 i punti a partita, con 3.4 rimbalzi, nei 27 incontri disputati, tirando con il 63.9% dal campo e con il 36.1% da tre. Con la squadra tedesca disputa anche l’Eurocup, nella quale, in 10 incontri, mette a referto 6.3 punti e 2.9 rimbalzi con il 52.9% da tre punti.

Tornato in America, firma con i Toronto Raptors con cui disputa 14 gare a 2.7 punti e 1.1 rimbalzi di media. Nella stessa stagione scende in campo 39 volte anche in G-League con i Raptors 905 a 12.0 punti e 5.0 rimbalzi di media.

Dopo aver disputato, sempre con i Raptors, la Summer League di Las Vegas 2018, rifirma per la squadra canadese, dividendosi anche questa volta tra NBA e G-League. In quest’ultima scende in campo 15 volte a 10.7 punti e 3.3 rimbalzi a gara mentre nella Lega gioca 20 incontri, di cui 10 di playoff, a 2.2 punti di media, vincendo il titolo al termine della stagione.

Anche l’anno successivo firma nuovamente con Toronto con la quale gioca 29 partite in NBA (1.4 punti a gara) e 3 in G-League con i Raptors 905 (8.3 punti, 5.3 rimbalzi e 3.0 assist a incontro).

Nel 2020/2021 si sposta agli Utah Jazz. Rilasciato al termine del training camp, disputa 14 incontri in G-League con l’affiliata Salt Lake City Stars, gare che chiude a 8.1 punti, 3.3 rimbalzi e 1.1 palle recuperate di media, tirando con il 40.0% dal campo e il 37.5% da tre.

Miller ha poi giocato, quest’estate, 5 partite di Summer League, al MGM Resorts di Las Vegas, con la maglia dei Minnesota Timberwolves.