Legnano: Turano 16, Mariani 5, Tiengo 11, Copellotti 6, Frattini 2, Arrigoni 2, Gastoldi 3, Vignati 7, Rinke 4, Guidi 17, Montagner. All.Rossi

Vanoli: Ariazzi 15, Boccasavia 20, Masenelli 10, Bozzetti 9, Gardani 2, Pisacane 3, Giacomassi 2, Fiorentini 1, Bignotti 1, Tiramani 3. All . Lepore -Mondoni
Parziali 26-17; 46-38; 61-51
Arbitri: Zuccarello e Marenna

Legnano – Nella pallacanestro  ci sono tiri più importanti di altri, canestri che girano l’inerzia di una partita. Il canestro da 3 e il 2+1 successivo di Guidi al 36′ (67-58), ad esempio, sveglia Legnano e stoppa la rimonta della Vanoli (da 61-51 del 30′ al 61-58 del 35′) che deve recitare il mea culpa per gli errori sottocanestro e ai tiri liberi. Dopo un primo tempo decisamente pigro in difesa (46-38 al 28′), con troppi spazi concessi ai tiratori locali, la Vanoli Cremona sale di livello nella ripresa, grazie ad un volitivo Boccasavia (53-49 al 26′). Ariazzi è il trascinatore della rimonta (-3 al 35′), ma i suoi errori ai liberi, sommati ai 3 lay up sbagliati dai playmaker biancoblù, sono regali troppo invitanti per Legnano che ringrazia e chiude definitivamente la partita.