La bella vittoria di domenica mattina sull’AX Armani Exchange Milano (87-73) ha permesso all’Under 18 della Vanoli Cremona di salutare con il sorriso la LBA NextGen Cup, con la consapevolezza di essersela giocata al pieno delle proprie possibilità e il solo rammarico per il k.o. all’esordio contro la Grissin Bon Reggio Emilia (83-87), decisivo ai fini del mancato accesso alla Final Eight della vetrina giovanile studiata dalla Legabasket, al proprio anno zero. Proprio il match inaugurale del girone D del PalaCarrara di Pistoia ha certificato i progressi più importanti della squadra di coach Giovanni Baiardo: basti pensare che all’esordio del campionato U18 Eccellenza, il 24 settembre, il divario con i reggiani era stato -36. A Pistoia, invece, i biancoblu hanno condotto per tre quarti, con cinque giocatori in doppia cifra (Colussa e Trunic 15, Sarto e Feraboli 14, Strautmanis 10) e toccando anche la doppia cifra di vantaggio, prima di cedere alla stanchezza, inevitabilmente decisiva anche nel k.o. (93-52) contro l’Officina Fattori Pistoia, match affrontato oltretutto senza Andrea Colussa, ala in prestito dalla Stella Azzurra, vittima di un colpo al naso. E nonostante la delusione dopo la speranza, durata qualche minuto, di una vittoria di Milano su Reggio Emilia che avrebbe riaperto i giochi e tenuto i biancoblu in corsa per un posto nelle prime otto, la Vanoli ha chiuso in bellezza contro l’AX Armani Exchange, mettendo in mostra i progressi del 2001 Kristofers Strautmanis (20 punti sia contro Pistoia sia contro Milano per l’ala arrivata a Cremona nell’estate del 2017), che a inizio gennaio sarà in raduno con la Nazionale Under 18 della Lettonia, e regalandosi la gioia ulteriore del premio al capitano Alessandro Ariazzi, che in qualità di miglior assistman del girone D (4.6 di media) ha vinto un paio di Nike Hyperdunk messe in palio dal partner della Legabasket e della NextGen, Airness.

GRISSIN BON REGGIO EMILIA 87
VANOLI CREMONA 83
Grissin Bon Reggio Emilia: Mabor, Klaczek 15, Soviero 6, Giannini 5, Diouf 11, Maddaloni 5, Bertolini 5, Pellicciari 14, Castagnetti, Sow 5, Cipolla 10, Dellosto 11. All. Menozzi.
Vanoli Cremona: Bandera, Trunic 15, Ariazzi 5, Strautmanis 10, Feraboli 14, Motta 3, Marchetti, Bonazzoli, Baggi 7, Colussa 15, Sarto 14. All. Baiardo.
Arbitri: Puccini e Doronin.
Parziali: 26-25; 38-48; 66-65.

OFFICINA FATTORI PISTOIA 93
VANOLI CREMONA 52
Officina Fattori Pistoia: Drocker 17, Mangani, Udom 13, Bonistalli, Cannone 7, Riisma 12, Querci 23, Ignarra, Di Sacco 3, Ani 3, Pistolesi 15. All. Angella
Vanoli Cremona: Bandera, Labovic 2, Garini 2, Ariazzi 4, Strautmanis 20, Feraboli 4, Motta 8, Marchetti, Bonazzoli, Baggi 4, Colussa, Sarto 8. All. Baiardo.
Arbitri: Roberti e Puccini.
Parziali: 21-12; 52-29; 69-44.

AX ARMANI EXCHANGE MILANO 73
VANOLI CREMONA 87
Ax Armani Exchange Milano: Galicia 4, De Capitani 4, Casati 3, Cherubini 8, Barbieri 6, Jakimovski 29, Gravaghi 2, D’Ambrosio 2, Tam 6, Sgura 7, Meani, Giorgetti 2. All. Zaccardini.
Vanoli Cremona: Bandera 7, Trunic 11, Garini, Ariazzi 20, Strautmanis 20, Feraboli 4, Motta 9, Marchetti, Bonazzoli 3, Baggi 3, Colussa, Sarto 10. All. Baiardo.
Arbitri: Doronin e Roberti.
Parziali: 19-17; 34-44; 54-71.