Dopo l’ottima stagione disputata lo scorso anno Trento si presenta con un nucleo di americani completamente rinnovato rispetto alla scorsa stagione. Partiamo dal play Aaron Craft, giocatore d’ordine, molto bravo a coinvolgere e mettere in ritmo i compagni leggendo la difesa in situazione di pick and roll. Come ala piccola troviamo David Lighty, che ha lasciato un ottimo ricordo a Cremona dove arrivo’ in corsa nella Vanoli versione 2011/2012: collante offensivo, sa fare tante cose, specie sfruttando il suo uno contro uno di mano destra per finire al ferro oppure la sua fisicità per portare il suo diretto avversario vicino a canestro. Come numero 4, che di solito parte dalla panchina, troviamo Dustin Hogue, ala grande che può anche occupare la posizione di centro sfruttando la sua forza fisica e il suo atletismo per le battaglie d’area. Come centro in quintetto base troviamo Johndre Jefferson, atleta che corre davvero bene il campo nonostante la stazza, sempre pronto a sprintare al ferro dopo aver bloccato e attivissimo a rimbalzo offensivo. Dalla panchina il portoghese Joao “Beto” Gomes, grandissimo tiratore dalla lunga distanza, difficile da arginare se entra in ritmo dall’arco dei tre punti.

Il valore aggiunto della Dolomiti Energia Trentino è però rappresentato dal nucleo di italiani, tutti confermati a partire dal capitano Toto Forray, vero leader della squadra trentina, sempre aggressivo e pronto ad entrare dalla panchina per “spaccare” la partita. Grande fiducia a Diego Flaccadori, ragazzo del 1996 che parte in quintetto da guardia titolare e che sicuramente può sfruttare il suo tiro da tre punti e la sua preferita mano sinistra per costruirsi il tiro con efficacia. Come ala grande titolare, tormentato lo scorso anno da problemi fisici, troviamo Filippo Baldi Rossi, tiratore da tre punti sugli scarichi e da situazioni di pick and pop. Per finire Luca Lechthaler, che cambia il centro, lungo di posizione che gioca sugli scarichi dei compagni e l’unico italiano “nuovo”, Riccardo Moraschini, giocatore di uno contro uno reduce da una buona stagione in A2 a Mantova.

Paolo Lepore
Assistente Capo Allenatore Vanoli Basket