E’ stata una delle rivelazioni dello scorso campionato… partita per una salvezza tranquilla si è alla fine qualificata per i playoff, disputando un ottimo campionato. Della scorsa stagione sono rimasti: il playmaker titolare Ronald Moore, fedelissimo di coach Esposito, giocatore di pick and roll che usa per creare soluzioni per se o per i compagni di squadra sfruttando la sua ottima visione di gioco. L’ala grande Michele Antonutti è un tiratore micidiale da tre punti, sugli scarichi e dal pick and pop, l’ala piccola Eric Lombardi, giocatore dotato di grande atletismo, a cui piace costruirsi conclusioni attaccando il ferro di potenza o in contropiede, e l’ala pivot/centro Marcus Thornton, firmato lo scorso anno in uscita dal college NCAA ma fermo per infortunio per tutta la scorsa stagione e rivoluto fortemente nel pacchetto lunghi di quest’anno.

Nuovi invece tre quinti del quintetto di coach Esposito, a partire dalla guardia Corey Hawkins, proveniente dalla D-League, tiratore in uscita blocchi o da situazione di pick and roll, e gran contropiedista. Il numero 3 Terran Petteway, all-around player che puo’ costruirsi un tiro attaccando il ferro con la mano destra ma anche tirando da tre punti dal palleggio. Il lungo atipico David Boothe, 206 cm, uscito dal college di Toledo, è invece dotato di un ottimo tiro da tre sugli scarichi o dal pick and pop. Dalla panchina, a cambiare entrambe le posizioni di guardia, troviamo David Cournooh, che sa usare il pick and roll e l’uno contro uno per crearsi il tiro da due o tre punti, mentre per dare fiato ai lunghi c’è l’ex Olimpia Milano Daniele Magro, sempre pronto a convertire di scarichi in area sui tagli o dopo un roll profondo.

Paolo Lepore
Assistente Capo Allenatore Vanoli Basket