La Vanoli si  assicura la permanenza in serie A anche per il prossimo anno e lo fa nel modo più bello, espugnando con il punteggio di 67-78 il campo dell’Happy Casa Brindisi, oggi priva di Thompson, Perkins, Zanelli e coach Vitucci ma pur sempre capolista in campionato. Una vittoria ottenuta grazie alla grande intensità messa in campo dagli uomini di coach Paolo Galbiati che, con capitan Poeta in panchina ma non utilizzato, riescono comunque a mantenere i ritmi alti per tutto l’incontro, difendendo al meglio e cavalcando un grande Fabio Mian in attacco.

LA CRONACA – Le due squadre provano a sfidarsi a viso aperto fin dai primi possessi. E’ Cournooh che parte forte per Cremona con 5 punti filati mentre Brindisi risponde con Willis e Krubally. Mian, dopo i primi tre errori dal campo, si iscrive alla partita con una tripla, per poi non uscirne più. E’ lui infatti che spinge, con 11 punti, Cremona al massimo vantaggio sul 16-9 che costringe i padroni di casa al time out. L’Happy Casa ne esce con un parziale di 8-2 che riporta in equilibrio la partita. Al 10′ il punteggio si fissa sul 17-19. Il secondo quarto è però tutto della Vanoli che grazie a una grande difesa e alle palle recuperate si riporta avanti sin da subito. 10-0 il parziale biancoblu nei primi quattro minuti del quarto. Brindisi si sblocca con Harrison ma Cremona continua a difendere forte e mantiene ritmo in attacco. Dal 25-33 del 15′ si passa così, con un altro parziale di 14-2, al 27-47 di fine primo tempo. E’ sempre un caldissimo Mian che lancia Cremona al +20. La partita riprende con entrambe le squadre che faticano a ritrovare ritmo. Il primo canestro arriva dopo quasi quattro minuti ed è ancora una tripla di Mian per il suo 22 punto. Poi Brindisi, grazie a Harrison, trova un mini parziale di 9-0 che la riporta a meno 14 (36-50). I due Williams riportano però Cremona avanti di 18 alla penultima sirena (42-60). Nell’ultimo quarto Brindisi ci prova ancora e, grazie soprattutto all’energia messa in campo da Krubally, Visconti e Gaspardo, si riavvicina sino al meno 8 a quattro dal termine (61-69). Cinque punti di Barford ridanno però ossigeno alla Vanoli che, con due minuti sul cronometro, controlla il punteggio sino alla fine guadagnandosi la permanenza nella massima serie anche per il prossimo anno.

MVP – Fabio Mian, come spesso gli è accaduto in questa stagione, è il migliore della Vanoli con 22 punti e 3 rimbalzi.

I PROTAGONISTI – MVP ombra per Cremona è Marcus Lee. 4 punti per lui con 15 rimbalzi, 3 stoppate e 2 recuperate per 18 di valutazione. In doppia cifra anche Barford con 11, TJ Williams con 12, più 4 rimbalzi e 4 assist, e Cournooh con 12. Brindisi ha 18 punti da Harrison, 13 e 12 rimbalzi da Krubally e 10 da Gaspardo.

IL DATO – Brindisi tira di più e meglio da due punti (43.2%, 16/37 contro il 42.4%, 14/33) mentre Cremona è più precisa da oltre l’arco (29.7%, 11/37 contro il 21.4%, 6/28). I biancoblu, pur andando sotto a rimbalzo 51-39, nel rapporto palle perse/palle recuperate scrivono 11/9 mentre gli avversari perdono 21 palloni recuperandone 8.

IL MOMENTO CHIAVE – Il secondo quarto della Vanoli è perfetto e indirizza la partita sui giusti binari per i biancoblu. Il parziale di 10-28 regala a Cremona il più venti (27-47), vantaggio che gli uomini di coach Galbiati riusciranno ad amministrare sino al termine.

Foto CiamilloCastoria/LegaBasket