La Vanoli riprende il cammino in campionato da dove aveva lasciato prima della sosta. Con un’altra prestazione di grande qualità, energia e determinazione sconfigge 91-82 al PalaRadi la Reyer Venezia, terza forza del campionato. E’ ancora una volta il collettivo che fa volare la Vanoli: sei uomini in doppia cifra con DJO a dirigere le operazioni e Harris e Thomas a indicare la strada dell’intensità. Come con Torino i biancoblu partono forte e, con una difesa aggressiva e pronta a cambiare su ogni situazione, negano canestri facili a Venezia e trovano con continuità la via del canestro (67% da campo all’intervallo lungo). Il massimo vantaggio la Vanoli lo tocca al 22 minuto (62-35). Venezia grazie alla qualità dei suoi singoli riesce piano piano a recuperare sino al 84-79 a meno di due minuti dal termine. Qui la Vanoli è brava a non disunirsi e trova con Paul Harris il canestro che mette in ghiaccio il risultato.

I PROTAGONISTI – Per Cremona sei uomini in doppia cifra con Harris (17 punti , 6 rimbalzi, 5 falli subiti per 23 di valutazione) e Thomas (doppia doppia da 22 punti e 13 rimbalzi più 3 stoppate, 1 assist e 5 falli subiti che gli valgono un 35 di valutazione finale) su tutti. 12 punti e 7 assist per Darius Johnson-Odom. Per Venezia è Haynes a rimettere in partita i suoi con 25 punti e 7/10 da tre.

IL DATO – Cremona attacca bene il canestro tirando con il 59% da due a cui unisce un ottimo 10/21 da oltre l’arco (48%). Presidia bene l’area vincendo la lotta a rimbalzo (37-31) e la vince sul piano dell’energia (115-69 la valutazione finale). Venezia rientra in partita grazie al tiro da fuori con 17 triple messe a referto su ben 43 tentativi.

IL MOMENTO CHIAVE – Dopo una partita condotta con autorità Cremona è brava, a due minuti dal termine, a reagire al disperato tentativo di rientro di Venezia. E’ Paul Harris che, con poco più di 60 secondi da giocare, mette la tripla del 87-79 che fa partire i titoli di coda.

Ufficio stampa
Vanoli Basket