E’ una Vanoli intensa, aggressiva e determinata per tutti i quaranta minuti quella vista questa sera al PalaRadi e soprattutto è una Vanoli ancora vincente, anche con la fin qui imbattuta capolista Virtus Bologna. I ragazzi di coach Meo Sacchetti hanno infatti tirato fuori dal cilindro un’ottima prestazione e, pur privi di Travis Diener e Jordan Mathews, hanno inflitto la prima sconfitta stagionale alle V nere con il punteggio di 78-66.

LA CRONACA – Si parte con grande equilibrio e con gli attacchi che faticano a ingranare. Il primo vero vantaggio lo prende Cremona al 7′ con il layup di Akele (17-10). Time out ospite ma la fine del primo parziale vede ancora la Vanoli in ritmo. Si chiude infatti con la tripla di De Vico sulla prima sirena per il 26-14 interno. Il secondo quarto vede sempre Cremona padrona del gioco. Il vantaggio biancoblu si dilata sino al +16 del 17′ (41-25), massimo vantaggio Vanoli, con la stoppata di Happ e il canestro in penetrazione di Wes Saunders. Bologna rosicchia qualche punto con i canestri e i liberi di Gamble e la tripla di Teodosic ma la Vanoli risponde ancora con Saunders sino al 46-34 che manda le squadre negli spogliatoi per l’intervallo lungo. Alla ripresa cinque punti di Ricci portano ossigeno alla Virtus ma la Vanoli risponde colpo su colpo grazie a Happ e Ruzzier. I tre liberi di Teodosic riportano Bologna sotto la doppia cifra di svantaggio (52-45). Saunders e Palmi rispondono prima che il 44 bianconero ne metta a referto altri due in penetrazione per il 56-47 e si faccia poi fischiare il secondo antisportivo che lo mette definitivamente fuori dai giochi. E’ allora Gaines a mantenere viva Bologna mentre sono i rimbalzi offensivi a dare continuità all’attacco di Cremona. Al 30′ il punteggio è cosi fissato sul 60-52. L’ultimo parziale vede Bologna riavvicinarsi sino al meno 4  (60-56) grazie alle iniziative di Hunter sotto canestro. Markovic sbaglia il tiro del meno 1, Happ e Stojanovic riportano il vantaggio della Vanoli sul + 7 (66-59) al 35′.  Cremona recupera il pieno controllo della partita e a tre dal termine riporta il vantaggio in doppia cifra con il due liberi di Saunders (75-63).  La stoppata di Happ su Gamble sigilla il punteggio. Finisce così 78-66 e alla festa partecipa anche Giacomo Zanotti, nipote del presidente Aldo Vanoli, che fa il suo esordio in serie A a un minuto dal termine.

MVP – Wes Saunders domina la partita in ogni parte del campo. Finisce l’incontro con 25 punti (9/15 da due  e 7/7 ai liberi), 9 rimbalzi (3 offensivi), 4 falli subiti, 1 palla recuperata e 2 assist in 34 minuti per 30 di valutazione finale.

I PROTAGONISTI – Per Cremona Ethan Happ infila la sua terza doppia doppia con 11 punti e 11 rimbalzi oltre  3 assist e 2 stoppate per il miglior plus/minus Vanoli con +18. Stojanovic gioca una partita difensivamente perfetta su Teodosic e Markovic e aggiunge 10 punti, 11 rimbalzi e 5 assist per 18 di valutazione finale. De Vico e Akele ne mettono 9 a testa, quest’ultimo con anche 8 rimbalzi. Per Bologna ci sono i 19 di Gaines, i 12 di Gamble e i 10 di Hunter, oltre i 7 e 9 rimbalzi dell’ex di giornata Giampaolo Ricci.

IL DATO – La maggior aggressività e voglia di Cremona si riflette nel dato dei rimbalzi dove la squadra di Sacchetti domina catturandone ben 20 in più della Virtus(55-35). E sono soprattutto quelli offensivi (25) che caratterizzano l’intensità messa in campo dalla Vanoli sin dal primo minuto. Cremona riesce così a sopperire alle migliori percentuali di Bologna tirando e segnando di più. I tiri liberi, di solito tallone d’Achille della Vanoli, questa volta premiano i biancoblu che tirano con l’81,3% dalla linea della carità.

IL MOMENTO CHIAVE – Cremona controlla la partita fin dal primo quarto, giocando con aggressività in difesa e trovando, con pazienza, buone soluzioni in attacco. Il quarto parziale vede l’estremo tentativo delle V nere di riavvicinarsi nel punteggio. Bologna arriva sino al meno 4 ma la Vanoli è brava a non scomporsi e a trovare le giuste contromisure. Saunders e Happ guidano l’attacco Vanoli. La difesa fa il resto.