La Vanoli Cremona vince la sua quinta partita battendo al PalaRadi 91-70 la NPC Rieti.

I biancoblù si impongono 91-70 sulla NPC Kienergia Rieti e tengono aperta la striscia di vittorie portandola a cinque. Una partita, quella del PalaRadi, dove gli uomini di coach Cavina trovano il break decisivo in un terzo quarto da 30-20 che consolida il vantaggio ottenuto nel primo tempo e mette di fatto in ghiaccio la partita.

LA CRONACA – Nei primi due quarti la Vanoli prova a imporre il proprio gioco sfruttando la buona vena di Lacey e il gioco sotto canestro di Eboua ma la NPC è brava a rispondere con le incursioni di Timperi e le triple di Del Testa per un 22-18 al 10’ e un 43-35 all’intervallo lungo che lasciano tutto ancora in gioco. Al rientro in campo i biancoblù cambiano però ritmo in attacco trovando buone soluzioni da oltre l’arco (7/10 con Mobio, Eboua, Lacey, Caroti Denegri e Alibegovic) alternate alle incursioni sotto canestro di Cannon, mantenendo, allo stesso tempo, un’alta pressione difensiva. L’NPC si affida a Tucker ma non basta e la forbice del punteggio si allarga sino a sfiorare i 20 punti. Al 30’ è 73-55. L’ultimo quarto serve solo per le statistiche con la Vanoli che chiude e fissa il punteggio sul 91-70 con i liberi del giovane Vecchiola.

MVP – Joseph Mobio spacca la partita con le sue triple (5/6) finendo con 17 punti, 2 rimbalzi, 1 palla recuperata e 2 assist per 19 di valutazione finale.

I PROTAGONISTI – Per Cremona il migliore per valutazione è Paul Eboua che chiude con 28 frutto di 19 punti con 6/8 dal campo e 6/6 ai liberi oltre a 5 rimbalzi e 5 falli subiti. In doppia cifra anche Lacey con 12 e Alibegovic e Cannon con 10 con quest’ultimo che sfiora la doppia doppia con 9 rimbalzi per 21 di valutazione finale. Rieti ha in Timperi il giocatore più prolifico con 17, seguito da Tucker con 14 (con 6 rimbalzi), Del Testa con 13 e Tortu con 12.

IL DATO – Cremona tira 30/64 dal campo con 15/26 da due e 15/38 da tre, oltre al 16/22 ai liberi. Latina ha invece un 26/49 dal campo frutto di un 18/33 da due e un 8/16 da tre, oltre al 10/13 ai liberi. A rimbalzo finisce 33 a 26 per la Vanoli che chiude con più rimbalzi offensivi che difensivi (17/16) e che ha anche un miglior saldo palle perse/palle recuperate con 13/13 rispetto al 21/8 di Latina.

IL MOMENTO CHIAVE – Il terzo quarto della Vanoli spacca definitivamente la partita. I biancoblù, anche grazie al sempre ottimo lavoro difensivo, trovano ritmo e buoni tiri aperti in attacco aprendo un divario non più colmabile per gli ospiti.  

IL COMMENTO – Coach Cavina al termine della partita: “Abbiamo giocato una partita molto solida, rispettando l’avversario e rispettando ciò che avevamo preparato sia in attacco che in difesa. Sono soddisfatto perché abbiamo disputato una partita solida nel primo tempo, un po’ più nella fase offensiva, e siamo stati un po’ più concreti in difesa nel secondo tempo. Sappiamo tutti che l’assenza di Geist per loro era importante, ma noi, per la mentalità che vogliamo avere sempre, abbiamo cercato di fare la nostra partita nel modo migliore possibile, anche per crescere visto che già domenica prossima abbiamo una trasferta difficilissima a Torino”.

Foto: Vanoli Basket

Torna su