Resiste solo un quarto la Vanoli Basket Cremona contro la corazzata Armani Jeans Milano.
Primo quarto caratterizzato  prima da Simon  (10 punti) e poi da McLean (7 punti) per l’Olimpia Milano ma la Vanoli Cremona rimane in scia con ben 7 giocatori a canestro (17-24 al 10′). Fiammata Mian e McGee  (21-24 al 12′) ma le troppe palle perse e gli errori al tiro da fuori aiutano Milano a piazzare il contro parziale di 10-0 che riallontana la Vanoli  (21-34 al 15′). La differenza a rimbalzo pesa come un macigno (30-14 per i Reds) come l’8% nel tiro da 3 punti (31-45 al 20′). La ripresa inizia male per la Vanoli che subisce il parziale di 2-11 che porta Milano al massimo vantaggio (33-56 al 23′). Turner e Washington provano a tenere i galla i biancoblù ma un altro parziale di 0-8 chiude di fatto ogni velleità  (43-71 al 28′). Nell’ultimo quarto da segnalare solo l’esordio del giovane Dario Boccasavia.

IL DATO
Strapotere a rimbalzo per l’Olimpia che domina sotto i 2 canestri (30-14 fino primo tempo, 40-22 nel 3° quarto).
Male la Vanoli nel tiro da tre punti (2/18 dopo 30′) con Turner e McGee dalle polveri bagnate. Curioso il dato per Milano che a fine 3° quarto aveva segnato 9 triple su 18 tentativi, gli stessi di Cremona.

IL MOMENTO CHIAVE
Il parziale di 10-0 nel 2° quarto firmato Jennings apre il solco  (21-34 al 15′)  che diventa voragine ad inizio ripresa complice il 2-11 firmato Simon e Cinciarini che lancia i titoli di coda alla partita.

Guarda le statistiche complete, CLICCA QUI