Milano 24 Aprile 2016 Basket campionato serie A12015/2016 Olimpia EA7 Emporio Armani Milano Vanoli Cremona Nella Foto Foto Ciamillo Provvisorio
Foto Ciamillo-Castoria

Non basta alla Vanoli Cremona un ottimo quarto periodo per riuscire nell’impresa di violare il Mediolanum Forum: sotto gli occhi degli ex James Bell e Jazz Ferguson l’Olimpia Milano controlla la gara per tre quarti, poi subisce il ritorno dei biancoblu che riescono a portarsi anche sul -2, ma la freddezza di Lafayette dalla lunetta nei secondi conclusivi firma l’81-77 finale e permette alla squadra di Repesa di portare a casa la vittoria e di festeggiare il primo posto matematico.

I PROTAGONISTI – Il successo dell’Olimpia Milano porta la firma di Esteban Batista e Krunoslav Simon: il lungo meneghino mette a referto 28 punti con 14/18 al tiro aggiungendo 13 rimbalzi, per un notevole 36 di valutazione mentre l’esterno croato ne aggiunge 19 confermandosi letale dalla linea del tiro libero (8/8). Cinque uomini in doppia cifra per coach Pancotto, con gli 11 punti di Mian a rianimare la speranza biancoblu sul finire del terzo quarto. Positivo anche l’impatto di Biligha, mentre 11 dei 13 punti di Turner arrivano nel quarto periodo, con tre triple filate nel finale che mettono paura all’Olimpia.

IL DATO – Milano vince la lotta a rimbalzo (37-29) e porta a casa la vittoria pur tirando peggio di Cremona: 50% da 2 e 26% da 3 contro rispettivamente il 58% e il 32% dei ragazzi di Pancotto. Tolto Batista, i padroni di casa totalizzano un brutto 8/26 da 2 ma sono i tiri liberi ad indirizzare l’incontro: Cremona tira con l’80% (12/15) dalla linea della carità ma Milano ne conquista 9 in più ed è praticamente infallibile (22/24)

IL MOMENTO CHIAVE – Milano conduce con un vantaggio in doppia cifra per larghi tratti del match, mettendo la freccia già nel primo quarto quando all’iniziale 5-0 Cremona segue un 13-0 meneghino che lascia la Vanoli senza canestri per oltre 5 minuti. Il 6-0 interamente firmato Biligha in avvio di quarto quarto porta Cremona sul -8 e la pioggia di triple di Turner vale il -2 nell’ultimo minuto, ma la mano di Lafayette non trema: 4/4 sul sistematico e Milano al sicuro.

LE DICHIARAZIONI – Cesare Pancotto (coach Vanoli Cremona): “Per prepararci al meglio per i play-off ci servono partite di questo tipo. Per molti dei miei ragazzi sarà la prima volta nella post-season e occorre farsi i muscoli contro squadre forti come Milano. Volevo che i ragazzi facessero una partita di miglioramento continuo nell’arco della gara e dopo un primo tempo difficile si sono viste buone cose. C’è margine di miglioramento e su questo senz’altro lavoreremo, siamo arrivati ad un possesso di distanza quindi si tratta di migliorare nei dettagli. Se giochiamo con il nostro sistema riusciamo ad esaltare i nostri pregi e sono contento che la squadra non abbia staccato la spina dopo la brutta partenza: vuol dire che siamo una squadra di attributi e personalità”.

Ufficio Stampa
Vanoli Basket