Comincia con un k.o. l’avventura della Vanoli Cremona nei play-off di Legabasket Serie A: dopo un positivo primo tempo i biancoblu sono costretti a cedere il passo alla più lunga ed esperta Reyer Venezia, che viola il PalaRadi con il punteggio di 79-73 sospinta dai 21 punti di Mike Green. Ai padroni di casa non bastano le 24 segnature di un Elston Turner in grande spolvero. Ora per Cusin e compagni c’è un solo risultato possibile in Gara 2 per affrontare il Taliercio con serenità.

I PROTAGONISTI – Sarà stata l’aria di play-off, sarà stato il rinnovo contrattuale, ma contro la Reyer si è visto il Turner delle grandi occasioni: 24 punti con 6/9 da due e 3/5 da tre. 13 punti anche per Washington cui aggiunge 5 rimbalzi, Starks invece timbra la seconda gara consecutiva in doppia cifra a quota 10. Per Venezia pesantissimi i 21 di Green (8 nel quarto periodo) con 5 assist e i 17 senza errori al tiro di Ben Ortner.

IL DATO – Venezia è la squadra che ha perso meno palloni durante la regular season e si è confermata anche in gara 1: solo 12 perse per i lagunari contro le ben 21 dei biancoblu. Cremona continua a litigare con la linea della carità (50%, 9/18) anche se la Reyer non eccelle con il suo 58%. Partita difficile per Tyrus McGee, che soffre la marcatura reyerina e chiude con un solo punto a referto.

IL MOMENTO CHIAVE – C’è lo zampino di Mike Green in tutti i momenti decisivi del match: suoi 8 degli 11 punti con i quali Venezia ribalta la situazione nel terzo quarto, passando dal 40-50 al 51-50 in un amen. Così come è dell’ex play canturino la bomba del 77-73 dopo l’1/2 dalla lunetta di Washington, cui segue la rubata dell’ex JJ direttamente dalla rimessa che chiude il match.

LE DICHIARAZIONICesare Pancotto (coach Vanoli Basket Cremona): “Questa serata ci deve far capire cosa serve per giocare tante partite ravvicinate contro la stessa squadra. Abbiamo fatto tante cose buone ma abbiamo pagato esperienza e cinismo di Venezia, che comunque rimane una grandissima squadra. Abbiamo peccato nei dettagli, ci siamo equivalsi al tiro ma 21 palle perse in una gara casalinga di play-off sono tante. Ho poco da rimproverare ai miei giocatori perchè tanti errori sono giunti per un eccesso di volontà e di fretta. Non voglio dare giustificazioni ai miei giocatori ma motivazioni ed è per questo che penso che martedì non ripeteremo gli stessi errori. Un grazie in particolare al pubblico, che è stato straordinario”.
Walter De Raffaele (coach Umana Reyer Venezia): “E’ scontato dire che siamo contenti, ma se vogliamo vincere gara 2 dobbiamo fare meglio: abbiamo concesso troppe libertà a Cremona che è una squadra con tanta qualità, per limitare i loro singoli serve più durezza mentale e più continuità nell’arco dei 40′. Pargo dopo un ottimo esordio ha avuto un calo fisiologico dato anche dall’inattività, ma si è messo a disposizione della squadra. Green e Ortner hanno disputato un’ottima partita, Krubally è arrivato mercoledì e ha svolto un solo allenamento con la squadra, non gli si poteva chiedere di più”.

Ufficio Stampa
Vanoli Basket