E’ ancora vincente la Vanoli al PalaRadi. Al termine di una partita emozionante e ricca di colpi di scena, i biancoblu hanno la meglio sulla Grissin Bon Reggio Emilia con il punteggio di 95-93. Cremona recupera uno svantaggio di 18 punti rimediato nel primo quarto, allunga sino al + 10 a tre dal termine, si fa rimontare e sorpassare dagli ospiti per poi riconquistare il vantaggio con una tripla di Diener e un canestro di Happ. Il tiro per vincere è nelle mani della Grissin Bon ma la tripla di Upshaw si spegne sul ferro.

LA CRONACA – Si parte con l’omaggio del PalaRadi e delle due squadre a Kobe Bryant. Dopo il minuto di silenzio, nelle prime due azioni Reggio fa scorrere i 24 secondi mentre Cremona commette infrazione di 8 secondi. Poi è partita vera con Reggio che colpisce a ripetizione e con grande precisione da oltre l’arco (8/14). La Vanoli rimane in scia sino al 5′ (13-13) poi un parziale di 26 a 5, con Reggio che corre bene il campo e con Johnson-Odom che la mette per tre volte da tre, lancia gli ospiti sul 18-36 di fine primo quarto. I biancolu provano a riprendersi e nei primi cinque giri di lancetta del secondo quarto mettono insieme un contro parziale di 20-6. Sono i giochi in avvicinamento di Saunders e Happ, oltre alle due triple di Jordan Mathews, che riportano la Vanoli in partita (38-42). E anche nei secondi cinque minuti del quarto, dopo una fiammata di Reggio che si riporta avanti di 9 con cinque punti di Vojvoda (40-49), è ancora Cremona a finire in crescendo. Saunders, Happ e Akele confezionano il 9-1 che chiude i primi venti minuti sul 49-50. Si riprende con la Vanoli che trova finalmente il primo vantaggio della partita con il canestro di Stojanovic (51-50). Si continua punto a punto con le percentuali da tre di Reggio Emilia che calano drasticamente nel quarto (0/5) e con Cremona che continua a cercare il gioco dentro l’area aprendo il campo alle due triple di Diener e Mathews per il 63-60. Il botta e risposta tra Mathews e Johnson-Odom chiude il quarto sul 67-66. Gli ultimi dieci minuti si aprono con 4 punti della Vanoli. Reggio risponde con la schiacciata di Upshaw. Diener mette tre liberi ma Vojvoda riaccorcia immediatamente (74-71). La nuova tripla di Diener e sei punti di Mathews fanno scappare la Vanoli che chiude il parziale con la tripla di Ruzzier per il +10 (86-76), con Buscaglia costretto a chiamare time out a cinque dal termine. Sembra fatta per i biancoblu ma Reggio trova le energie e la forza per ribaltare nuovamente il risultato grazie a sette punti di un ottimo Fontecchio e al layup di Owens per la nuova parità a quota 88. La schiacciata di Owens regala il nuovo vantaggio a Reggio ma la tripla di Diener a 1 e 41 dal termine riporta Cremona avanti 92-89. Upshaw risponde da tre per il 92-93. Happ segna nel traffico, Fontecchio sbaglia mentre Diener dopo l’errore da due punti a 5 secondi dal termine, sul recupero di Ruzzier, subisce fallo e va in lunetta dove sbaglia il primo e segna il secondo. Reggio ha la palla per vincere e coach Buscaglia disegna una rimessa perfetta per il più aperto dei tiri da tre che, partito dalla mani di Upshaw, si infrange però sul ferro regalando la vittoria alla Vanoli.

MVP – Travis Diener si prende la scena. Con lui in campo la squadra produce il primo contro parziale nel secondo quarto e si porta avanti nell’ultimo periodo. Nel momento decisivo la mano non trema. E’ sua la tripla del 92-90 e suo il libero del 95-93. Per lui alla fine sono 18 punti con 4/5 da tre, 4/5 ai liberi, 3 rimbalzi, 5 falli subiti e 2 assist per 22 di valutazione.

I PROTAGONISTI – Cremona manda 4 uomini in doppia cifra con Mathews che è il migliore di suoi con 19 frutto di 3/6 da due, 3/4 da tre, 4/4 ai lberi, oltre a 6 rimbalzi e 1 assist per 20 di valutazione e +12 di plus minus. Saunders gioca una partita solida da 17 punti (7/10 da due) e 3 rimbalzi. Ethan Happ è ancora una volta il migliore per valutazione (27) sfiorando l’ennesima doppia doppia con 18 punti e 9 rimbalzi, oltre a 4 assist. 7 punti a testa per Ruzzier e Stojanovic, 4 per Akele. Reggio Emilia trova la buona prestazione dei due ex Johnson-Odom e Fontecchio che producono rispettivamente 22 e 23 punti. In doppia cifra anche Upshaw con 18 e 7 rimbalzi e Vojvoda con 11 (3/3 da tre).

IL DATO – In una partita dall’alto punteggio Reggio è quasi perfetta da tre nel primo tempo (11/19). Le sue percentuali da oltre l’arco si abbassano però nella ripresa (4/13). Cremona è più costante in questo fondamentale tirando 5/13 nel primo tempo e 5/9 nel secondo. 50 dei 95 punti di Cremona arrivano però da dentro l’area contro i 36 di Reggio frutto del 27/48 (56.3%) contro il 19/39 (48.7%) degli ospiti, oltre che di una piccola prevalenza a rimbalzo d’attacco (15-12). Il computo finale sotto le plance vede uscire vincente Cremona (45-34).

IL MOMENTO CHIAVE – il primo quarto vede Reggio scappare sul +18, il secondo mette in scena la reazione di Cremona. Il quarto quarto, in dieci minuti, riproduce all’inverso quanto visto nel primo tempo, con Cremona che scappa sul +10 per poi venire ripresa da Reggio. La tripla di Diener, il canestro di Happ e l’errore di Upshaw premiano infine la Vanoli.