La Vanoli risolve il rebus Fiat Torino solo nell’ultimo quarto di gioco e riesce a portare a casa una vittoria importante al termine di una partita difficile, vittoria che, grazie al contemporaneo successo di Brindisi su Trieste, le regala la certezza almeno del terzo posto nel ranking playoff. Al PalaVela va in scena una partita ad alto punteggio dove la difesa dei biancoblu fatica a lungo a contenere il gioco interno dei padroni di casa. Nel quarto periodo Diener e compagni trovano però finalmente una buona fluidità offensiva e buone percentuali da oltre l’arco che permettono loro di rimediare a una situazione che sembrava compromessa, portando a casa la posta in palio con il punteggio finale di 88-94.

LA CRONACA – E’ un primo quarto difficile per i biancoblu che entrano in campo senza quell’intensità richiesta da coach Sacchetti in sede di presentazione della partita. Torino, che gioca senza l’assillo del risultato perché già salva, ha vita facile in attacco trovando spesso sotto canestro Jaiteh. Il centro francese al decimo è già in doppia cifra con 10 punti frutto di un fin troppo facile 5/6 concesso dalla Vanoli. Sono già 32 i punti subiti da Cremona alla prima sirena con i biancoblu che recuperano leggermente sul finale dopo essere finiti sotto di 11 punti (24-13) al 9′. Nel secondo quarto la Vanoli dà l’impressione di poter finalmente entrare in partita, grazie soprattutto al tiro da fuori. Sono infatti le triple di Ricci, Aldridge, Crawford e Ruzzier che chiudono il gap a 43. Un secondo tiro da tre punti del playmaker triestino da poi il primo vantaggio a Cremona (43-46). Torino però risponde immediatamente  e con cinque punti chiude in vantaggio all’intervallo lungo (48-46). Alla ripresa del gioco le due squadre si rispondono colpo su colpo grazie a soluzioni trovate all’interno del pitturato. Se da una parte Cremona prova a coinvolgere un po’ tutti i suoi giocatori dall’altra Torino cavalca la clamorosa serata di Jaiteh che anche in questo periodo fa la voce grossa segnando 11 punti contro i lunghi Vanoli. Un gioco da tre punti di Cotton (schiacciata e tiro libero) spariglia le carte e regala cinque punti di vantaggio alla Fiat (63-58) al 27′. Cremona sbaglia molto da fuori e McAdoo porta i suoi a +6 con due canestri. Al 30′ il referto scrive 68-63 interno. L’ultimo parziale inizia con la Vanoli che continua a far fatica da fuori e con Torino che vola sul +10 (75-65) con la tripla di Moore al 34′. La partita comincia a svoltare subito dopo per i biancoblu quando McAdoo viene espulso per somma di falli tecnici e Aldridge trova finalmente il bersaglio da tre punti dopo lo 0/8 fin li rimediato dalla Vanoli a partire dall’intervallo. L’ala biancoblu si ripete dopo il canestro più libero di Ruzzier. La successiva tripla di Ricci riporta Cremona in parità sul 77. E’ ancora Ricci che da il vantaggio alla Vanoli. Torino risponde ma Diener segna la tripla del 80-82. Le iniziative di Ruzzier in area (9 punti per lui nel quarto) fanno male a Torino e un altro canestro da tre punti di Aldridge manda Cremona sul +5 (82-87). Gli ultimi ad arrendersi per la Fiat sono Poeta e il solito Jaiteh ma la tripla di Diener a un minuto e 20 secondi dalla fine, con 4 secondi sul cronometro dei 24′, manda virtualmente i titoli di coda (84-92). Finisce 88-94 con un ultimo canestro messo ancora a segno dal capitano della Vanoli.

MVP – Travis Diener infila una doppia doppia da 12 punti e 10 assist (3/4 da tre) a cui aggiunge 5 rimbalzi per un 22 finale di valutazione e un +14 di +/-, il migliore della Vanoli. Suo è anche il canestro da 3 punti che chiude di fatto la partita in favore di Cremona.

I PROTAGONISTI – Michele Ruzzier gioca una partita da coMVP grazie ai suoi 17 punti (9 nell’ultimo quarto), 4 rimbalzi e 3 assist per 18 di valutazione finale. Peyton Aldridge ritrova la via del canestro nel momento più opportuno per la sua squadra. Per lui 18 punti, il migliore della Vanoli, e 4 rimbalzi, oltre a un’ottima difesa nel finale su Jaiteh. La Vanoli manda in doppia cifra anche Crawford con 10 e Ricci con 11 (3/4 da tre). Il lungo aggiunge anche 6 rimbalzi alla sua partita. Mathiang va anche in questa occasione in doppia doppia (la tredicesima in ventotto incontri) mettendo a referto 12 punti e 12 rimbalzi. Torino ha un sontuoso Jaiteh da 31 punti, con 14/19 dal campo, e 8 rimbalzi per 28 di valutazione finale. Bene anche Cotton con 16, Moore con 14 e Wilson con 13. McAdoo chiude con 7 punti e 6 rimbalzi.

IL DATO – In una partita ad alto numero di possessi Cremona bilancia meglio le conclusioni dentro e fuori l’arco (23/38, 60,5% da due e 14/35, 40% da tre) Torino sfrutta invece maggiormente il gioco interno tirando ben 52 volte da due mettendo a segno 29 conclusioni . Da tre la Fiat va a canestro 7 volte su 17 tentativi. Le sette triple in più segnate dalla Vanoli fanno la differenza a fine partita. A rimbalzo finisce 30-39 per Cremona che ha anche 34 punti dalla sua panchina contro gli 11 di Torino.

IL MOMENTO CHIAVE – L’avvio soft dei biancoblu poteva risultare decisivo per la sconfitta ma anche in questa occasione è ancora una volta l’ultimo periodo che vede la Vanoli trovare le risorse per ribaltare il risultato. Aldridge e Ruzzier in modi diversi trovano finalmente con continuità la via del canestro. Travis Diener è come spesso accade decisivo con 8 punti compresa la tripla finale che chiude i giochi.