Queste le parole di coach Cesare Pancotto nella prima conferenza stampa della stagione, alla vigilia della sfida che vedrà impegnata la Vanoli Basket Cremona in casa dei campioni d’Italia della Dinamo Banco di Sardegna Sassari.

“Abbiamo lavorato sette settimane per prepararci nel modo migliore a questo esordio colmo di difficoltà. Abbiamo scelto un precampionato duro, difficile proprio per essere pronti ad affrontare le trenta sfide che ci attendono da qui alla fine del campionato. Saranno trenta sfide ardue ma abbiamo voglia di misurarci con questo campionato e lo vogliamo fare con grande entusiasmo.

Ricordiamoci che abbiamo lavorato senza play e pivot titolari per tutto il pre-campionato, due giocatori della Nazionale che sono importanti nell’economia di questa squadra. Questa settimana però è tornato Cusin, che per noi è un sostegno tattico e di esperienza. Questa aggiunta ci dà anche tanto a livello emotivo.

Come detto, abbiamo lavorato bene in questo precampionato e adesso andiamo a Sassari consci delle difficoltà ma con grande orgoglio. Abbiamo le armi per far bene e migliorarci che sono la nostra identità e la nostra personalità.

Ci mancherà certamente Luca Vitali, come già in tutto il precampionato, ma alla sua assenza abbiamo cercato di sopperire in due modi: valorizzando giocatori che vengono dalla serie B come Cazzolato e inserendo giocatori di esperienza come Ogo”.