Fonte: La Provincia di Cremona

Paolo Lepore non solo è un assistente perfetto, ma anche uno scout eccezionale. Se ci fosse un premio anche per quello in Italia lui avrebbe due camere piene di targhe.

Intanto ha rinnovato il contratto?
«Ci dobbiamo incontrare nei prossimi giorni».

Con coach Pancotto siete una ‘coppia’ ormai collaudata.
«Ho lavorato con tanti allenatori in questi anni e con tutti ho avuto un buon rapporto. Quando è arrivato Cesare abbiamo avuto modo di allacciare ben più di un rapporto lavorativo. E’ un tecnico esperto, sa gestire certe situazioni in campo e fuori. Soprattutto è un coach che ti permette di lavorare. Ho sempre avuto la possibilità di dire la mia opinione e di confrontarmi con lui. Mi sono sentito parte del progetto e lo devo a lui».

Il suo futuro da coach?
«Bisogna fare delle valutazioni. E’ chiaro che prima o poi quella sarà la mia strada, ma devo anche essere realista e capire che Cremona è una piazza ambita. Sono contento di essere alla Vanoli, è un onore poter rappresentare questi colori. Non è detto che allenare da qualche altra parte rappresenti un salto di categoria per me»

Avete già trovato i giocatori per la prossima Vanoli?
«E’ presto, ma per fare un buon lavoro di ricerca serve restare aggiornati durante tutta la stagione. Conoscendo il nostro budget focalizziamo le nostre attenzioni su un certo tipo di giocatori. Prendiamo informazioni, vogliamo sapere tutto. Alla fine i dettagli fanno la differenza. Quando hai a disposizione tanti soldi è più facile scegliere, quando ne hai meno devi essere preciso. Poi, logicamente, e impossibile non commettere errori. In ogni caso già il fatto che in questo momento si stia pensando al futuro è una buona notizia. Io sono a Cremona da una vita e ho passato anche i momenti più critici, quelli in cui si arrivava all’ultimo secondo per presentare l’iscrizione».

Avete già un’idea di squadra?
«Non è facile. Bisogna capire le opportunità che ci presenterà il mercato. Un acquisto spesso fa cambiare rotta su altri programmati. Il mercato è in continua evoluzione. Intanto sappiamo di partire da una solida base con il coach e giocatori sotto contratto»

Ufficio Stampa
Vanoli Basket