Il bilancio dopo 4 settimane di Vanoli Camp tra Cremona e le Dolomiti

Con il ritorno da Carisolo dell’ultimo gruppo di ragazzi coinvolti, si è conclusa la prima parte di proposta estiva 2022 promossa da Vanoli Young. È stato, quello appena trascorso, un mese caratterizzato da grande entusiasmo e divertimento; quattro settimane, dal 13 giugno al 9 luglio, con proposte diverse che hanno visto partecipi più di centoventi ragazzi di Cremona e non solo.

I primi due turni si sono svolti presso la Canottieri Leonida Bissolati utilizzando la formula del Day Camp. Sono stati coinvolti più di cinquanta bambini dai sei ai dodici anni, seguiti dallo staff Vanoli. Numerosi sono stati gli ospiti che si sono alternati nelle giornate di Camp, tra i quali i giocatori Agbamu, Gallo e Zacchigna e i coach del Settore Giovanile, Mangone e Farioli.
Tutto si è concluso con una bella festa nella piazzetta della Canottieri con l’immancabile presenza di Fred il Falco e con gli animatori e bimbi del Grest Bissolati per un gemellaggio che ormai si è consolidato nel tempo.

In concomitanza con il Day Camp, è andata in scena, presso la Canottieri Flora anche la prima edizione del Baskin Camp, un progetto completamente nuovo grazie alla formula dedicata al mondo del Baskin, aperto a tutte le società dalle 16:30 alle 19:30, con Manuel Generali come Responsabile, supportato a livello logistico e organizzativo dallo staff della Vanoli Young. Ogni giorno sono state svolte attività diverse e vi è stata una condivisione di esperienze con i ragazzi del Day Camp. Un momento unico e sicuramente da ripetere.

Le restanti due settimane hanno invece visto protagonista la Vanoli Young a Madonna di Campiglio e a Carisolo, terre molto legate alla famiglia Vanoli. Abbiamo voluto portare il Camp in queste bellissime località per trasmettere e consolidare la tradizione della Vanoli Family. Le strutture che sono state messe a disposizione del Camp sono state al solito fantastiche e un grande grazie va all’Hotel Italo, all’Hotel Villa Emma, alla Freestyle Academy, gestore del Palazzetto Di Madonna di Campiglio, alla Pro Loco Carisolo e al Palasport di Carisolo.

Il primo turno del Camp, sold out in tutti i posti disponibili, ha visto protagonisti cinquantasette bambini delle annate che vanno dal 2013 al 2009, con tre società coinvolte: Vanoli Young, My Basket Genova, Scat Genova. I bambini sono stati seguiti da uno staff di sette istruttori di regioni diverse per dare loro modo di fare esperienze diverse. il minibasket è stato sicuramente il grande protagonista del Camp ma anche altre esperienze quali il trekking di gruppo il mercoledì mattina in Vallesinella e le serate a tema, tutte diverse, con Tu si Que Vales, i Giochi senza Frontiere, l’All Star Game, il Karaoke e Just Dance, hanno permesso ai ragazzi di vivere una esperienza formativa a 360 gradi, imparando ad essere autonomi e a vivere in gruppo con le regole del gruppo.

La seconda settimana in alta quota ha avuto invece come protagonisti i ragazzi delle annate dal 2008 al 2005. Anche questo secondo Camp ha visto il tutto esaurito; sedici sono stati i partecipanti a questa bella esperienza, provenienti da dieci società diverse: Eurobasket Roma, Junior Casale, Bakery Piacenza, Granda College, Basket Torino, Cus Torino, Cus Genova, Vanoli Young, Blu Orobica e Casalmaggiore. Gli atleti hanno svolto un Camp di alta specializzazione seguiti dal Direttore Tecnico Beppe Mangone, da Coach Massimo Farioli, dal Preparatore Fisico Filippo Cocchi, dal Direttore Organizzativo Marco Tempesta e dallo Psicologo dello Sport Luca Sighinolfi. È stata una settimana vissuta intensamente e con l’idea di cercare di comprendere cosa vuol dire diventare un giocatore professionista, analizzando non solo l’aspetto tecnico ma anche quello mentale, oltre a quelli del sacrificio, della vita di gruppo e del confronto.

Da ultimo, come da tradizione, Vanoli Basket e Vanoli Young hanno allestito uno stand ai “Giovedì d’Estate”, iniziativa promossa ogni anno dalle Botteghe del Centro con il contributo, il patrocinio e la collaborazione del Comune di Cremona. Qui i bambini hanno potuto cimentarsi e divertirsi con la palla e il canestro e conoscere e prendere contatto con le proposte formative di Vanoli Young.

In conclusione, il bilancio di queste quattro settimane è sicuramente positivo e c’è grande soddisfazione per come si sono svolte le varie iniziative e per l’ulteriore passo avanti fatto in termini di coinvolgimento delle famiglie e dello staff. Si tratta di una fantastica base di partenza per cominciare fin da subito a organizzare la prossima stagione, con già nuove idee in cantiere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su