Si è svolto ieri nel salotto allestito al PalaRadi il 1º Open Day del Consorzio Sistema Basket in collaborazione con la Vanoli Basket Cremona. A seguire l’evento da remoto, collegate sulla piattaforma Zoom, oltre 100 persone: imprenditori, professionisti e manager interessati a scoprire un nuovo modo di fare business nel mondo della pallacanestro, entrando a far parte della squadra dei fondatori del Consorzio Sistema Basket, sfruttando lo strumento della partnership. “Lo scopo è sostenere la Vanoli Basket, ma anche fare business, appunto. In questi mesi da 12 siamo cresciuti a 17 consorziati ed abbiamo concluso un’ottantina di operazioni tra le nostre aziende per un fatturato di 2 milioni e mezzo di euro” – ha specificato il vice presidente del CdA del Consorzio Stefano Stabile, financial advisor di Consultinvest.

A fare gli onori di casa il Presidente Aldo Vanoli: “Dopo l’esperienza personale del Covid non me la sentivo di continuare e non solo dal punto di vista economico, ma anche fisico. Il Consorzio non è stata una soluzione, ma La soluzione. Ed eccoci qui quindi a raccontare di una nuova stagione straordinaria. Per questo rinnovo una immensa gratitudine nei confronti di tutti”.

“Una stagione straordinaria ed inimmaginabile solo pochi mesi fa”, ha ribadito il gm Flavio Portaluppi. “Dopo le infinte incertezze, siamo entusiasti di poter già programmare la prossima annata. Abbiamo grandi progetti anche per i più giovani, penalizzati dallo stop per il covid”. 

“Sono proprio i più giovani, insieme alle famiglie, il target che vuole raggiungere la Vanoli Basket” – ha spiegato il responsabile marketing Davide Pettinari – “ e collegare il marchio al volto pulito dello sport, dei nostri campioni, è assolutamente positivo. Peraltro l’audience della pallacanestro è cresciuto a 15 milioni di persone, circa 500mila spettatori a partita seguita in tv, con il 45% di pubblico femminile. Oltre alla televisione, attraverso i led e agli adesivi sul campo, le aziende hanno grande visibilità sui nostri canali social, al 2º posto per la crescita della fan base”.

Fan base che ha sicuramente radici profonde nel territorio cremonese. “Cremona ha infatti un indice di sportività tra i più alti d’Italia. È la prima come numero di squadre di basket e di praticanti di questo sport”, ha sottolineato l’Assessore allo Sport Luca Zanacchi.

“La bellezza di restituire una parte del proprio successo alla collettività aiutando una realtà importante della stessa, è sicuramente un motivo valido per investire nella Vanoli”, ha confermato Marco Bencivenga, direttore del quotidiano La Provincia di Cremona.

All’evento sono intervenuti anche Paolo Mariola, National Director BNI Italia, che ha spiegato l’importanza del referral marketing e Gianluca Rossi, presidente del Pepo Team, squadra di baskin affiliata alla Vanoli Basket dal 2016. 

A chiusura, l’intervento di coach Paolo Galbiati e del capitano Peppe Poeta – che hanno esaltato il club Vanoli Basket e la città di Cremona come ambienti ideali per poter lavorare al meglio ed esprimere le proprie qualità – e l’immancabile saluto di tutta la squadra. 

Andrea Marchesi di Radiodeejay, moderatore della serata, ha chiuso il 1º Open Day lanciando il messaggio “La squadra che allena la squadra”, che cerca tante altre aziende per partecipare e dare il proprio contributo, con idee, progetti, persone, risorse, competenze, entusiasmo, amicizia e scoprire così un nuovo modo di vivere da protagonisti il basket di Serie A.