Finali Nazionali: 24 ore all’esordio dell’Under 19, per l’Under 17 ultima chance di qualificazione

Campionati Under 17 e Under 19 Eccellenza in dirittura d’arrivo con l’ultima fase, quella delle Finali Nazionali, che decreterà la squadra campione d’Italia nella propria categoria.
E se l’Under 19 è in volo verso Ragusa per disputare le prime finali storiche nella categoria regina delle giovanili italiane, per l’Under 17 l’ultimo treno passa dal PalaRadi il 13 giugno (data da confermare). I biancoblu sono chiamati a vincere gara 2 dello spareggio con Treviso Basket e ribaltare la differenza canestri (all’andata 66 a 63 per i trevigiani) per prendere parte alla kermesse in programma dal 20 al 26 giugno a Mantova.

Alla manifestazione partecipano le 16 squadre che si sono qualificate, divise in 4 gironi eliminatori di 4 squadre ciascuno, che si incontreranno con formula all’italiana di sola andata; le prime classificate di ogni girone saranno ammesse direttamente ai Quarti, mentre le seconde e le terze giocheranno gli Spareggi che daranno accesso alle Final Eight.
L’Under 19 è stata inserita nel girone A insieme a Novipiù Campus Piemonte , Orange1 Bassano e Virtus Arechi Salerno: lunedì alle 16:00 l’esordio contro i piemontesi.
Tutte le partite dei biancoblu saranno visibili sul canale YouTube Italbasket (www.youtube.com/c/fipbasketv) e sulla pagina Facebook Vanoli Basket Cremona.

“La soddisfazione per essere stata la prima squadra in tutta la provincia a raggiungere una Finale Nazionale Under 19 è enorme” – ha commentato Ruth Vanoli – “E lo è ancor di più considerando che il gruppo di coach Mangone è composto per la maggior parte da giocatori sotto età (2005 e 2006) rispetto alla categoria. Un gruppo con meno chili e meno centimetri rispetto alle avversarie, ma con il coraggio e la faccia giusta per affrontare qualsiasi squadra.
Desidero ringraziare l’azienda Corazzi Fibre che da inizio stagione ha creduto nell’Under 19, sostenendo il torneo internazionale di settembre e tutta la stagione sportiva ancora in corso. Sono doppiamente orgogliosa, perché tutte le scelte fatte negli ultimi anni, difficili, indirizzate a non disperdere il lavoro importante fatto per il settore giovanile, stanno dando i propri frutti. Proprio i momenti più difficili sono stati quelli che ci hanno spronato a non desistere dalla nostra impresa”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su